Le scelte strategiche di ADP

Con la nomina di Antonia Figini come un nuovo general manager, in accordo con le politiche internazionali della società, si delineano meglio le linee di sviluppo per l’Italia

Nell’incerto clima economico attuale, le organizzazioni devono rafforzarsi finanziariamente e diventare più flessibili ed efficienti. L’outsourcing è il modo migliore per rendere più agili le aziende, non solo in un momento di recessione, ma anche in previsione della ripresa. L’outsourcing strategico permette a un’organizzazione di concentrarsi sulle proprie attività di business, esternalizzando quelle che invece possono essere affidate a specialisti, ottenendo i risparmi consistenti necessari per gli investimenti successivi e ottimizzando notevolmente i processi interni.

«Pur rivestendo un’estrema importanza – spiega Antonia Figini, da poco nominata general manager di ADP Italia – la gestione delle risorse umane nella sua accezione più ampia non rientra tra le attività che costituiscono il core business di un’azienda. Gli strumenti di HR diventano quindi i migliori candidati per un processo di esternalizzazione».

Oggi, ADP (www.it-adp.com) si propone come il partner più qualificato in questo servizio alle aziende di ogni settore e dimensione, dalla PMI alle grandi multinazionali, con un’offerta totale a 360 gradi, in grado di fornire a ciascuna impresa la giusta soluzione per la completa gestione del personale.

«La nostra società vanta un’offerta ampia, integrata e scalabile, che abbiamo chiamato ADP HR Solutions. Grazie alle sue caratteristiche – afferma Figini – ci poniamo ora a pieno titolo come leader assoluto del mercato italiano nella fornitura completa di soluzioni per la gestione delle risorse umane e puntiamo a diventare il partner primario per tutte le aziende che sono alla ricerca di soluzioni e servizi di eccellenza nell’ambito dell’HR, a prescindere dalla loro dimensione e dal settore di appartenenza».

Leggi anche:  Eustema e INPS, servizi agili per cittadini digitali

NUOVA CONFIGURAZIONE DELL’OFFERTA

L’offerta di ADP permette alle aziende di essere più efficienti nella gestione dei rapporti con i propri collaboratori e di disporre di processi operativi più consistenti per reagire rapidamente alle fluttuazioni del business. Questa offerta si compone di tre aree principali: quella indirizzata all’amministrazione del personale, quella per lo sviluppo e la gestione delle risorse umane e, infine, le soluzioni per la gestione e il monitoraggio degli accessi dei dipendenti.

«Storicamente – prosegue Figini – vantando un’esperienza internazionale, ADP si è sempre rivolta alle grandi aziende, in particolare alle multinazionali, che con una struttura organizzativa distribuita in varie nazioni, devono affrontare vincoli legislativi molto diversi e problematiche di gestione del personale molto complesse. Attualmente, proponiamo in particolare la soluzione ADP HR Expert per le medie e piccole aziende, attraverso un’ampia gamma di configurazioni e componenti, tutte disponibili in modalità, che vanno dalla licenza d’uso al completo outsourcing, oppure, meglio ancora, al cloud».

L’obiettivo di ADP è quello di proporre un nuovo modello tecnologico, cercando di vincere le resistenze che le PMI italiane mostrano nei confronti di soluzioni di questo tipo. I servizi di ADP, che nel passato erano solo alla portata delle grandi aziende, grazie alle nuove tecnologie sono ora a disposizione di tutti. Stimolando le PMI nella valutazione dell’uso di una soluzione per la gestione del personale in ambiente cloud, oppure SaaS, ADP può dimostrare che questi nuovi approcci favoriscono anche lo sviluppo dell’azienda e migliorano il vantaggio competitivo.

«Nell’evolvere della nostra offerta – nota Figini – abbiamo dato particolare attenzione allo sviluppo di due soluzioni trasversali rispetto alle funzioni: il portale del dipendente e del manager e la connettività con gli altri sistemi aziendali».

Leggi anche:  Esprinet chiude il miglior anno della sua storia

Il portale mette a disposizione funzionalità disegnate specificatamente per dialogare con l’azienda e con i propri colleghi, sempre e dovunque si trovino, e consente processi di workflow, ad esempio, per l’approvazione di note spese o per la richiesta di ferie e permessi.

Infine, dato che i sistemi del personale fanno parte della struttura informativa dell’impresa, è indispensabile che siano completamente integrabili e possano dialogare con il resto del mondo aziendale, rendendo possibile la trasformazione dei dati in informazioni utili per prendere decisioni ponderate.