Uomo vs PC: dopo gli scacchi la sfida si sposta sul poker

Computer batte uomo anche a poker

Un computer in Canada è riuscito per la prima volta a vincere in un gioco complesso come il poker Texas Hold’em

Negli Anni 90 il campione di scacchi Garry Kasparov ha sfidato a più riprese il computer Deep Blue di IBM, che era stato costruito appositamente per questo scopo. La tenzone alla fine si è risolta a favore della macchina e oggi gli scienziati hanno voluto mettere alla prova le capacità delle intelligenze artificiali con un altro gioco. Al di là del desiderio di scoprire se l’uomo manterrà il primato su ciò che è artificale, cosa di cui Stephen Hawking non è molto convinto, l’esperimento è di profondo interesse scientifico per quanto riguarda le relazioni sociali.

Il PC campione di poker Texas Hold’em

Un’equipe di ricercatori canadese guidato da Michael Bowling, dell’Università di Alberta, ha realizzato il primo computer in grado di vincere contro l’uomo nel poker Texas Hold’em. La particolarità di questo gioco sta nel fatto che a differenza degli scacchi, dove è possibile prevedere tutte le possibili mosse dell’avversario, è considerato “imperfetto” dai matematici. Nel poker i partecipanti conoscono le regole ma esistono numerose altre incognite non possono essere anticipate. I giocatori infatti non possono vedere le carte degli avversari e questi possono bluffare su quello che hanno in mano. Il computer realizzato dagli ingegneri canadesi è risultato essere più forte di qualsiasi giocatore umano in una partita a Texas Hold’em con due partecipanti e un limite prefissato i rilanci.

Grazie a questo esperimento è stato possibile scoprire nuovi aspetti delle interazioni sociali, favorendo così l’avanzamento tecnologico della sicurezza informatica e della sondaggistica.

Leggi anche:  Apple potrebbe aver rivelato il nuovo iPad Pro