Datagate: Wikimedia porta in tribunale la NSA

cyber spionaggio

Wikimedia, Amnesty International e altre associazioni no profit hanno denunciato la NSA alla Corte di giustizia per le attività di spionaggio

Lo scandalo Datagate ha scosso l’opinione pubblica mondiale e ora che le rivelazioni dell’ex contractor Edward Snowden sono diventate disponibili a tutti, per la NSA è arrivato il momento di affrontare le conseguenze delle sue attività di spionaggio. Wikimedia, la società no profit che gestisce Wikipedia e ha inserito le voci dei personaggi famosi nelle sue pagine, ha denunciato l’intelligence statunitense presso il Dipartimento di Giustizia USA per aver violato la privacy dei suoi utenti.

Wikimedia e Amnesty International vs NSA

Wikimedia e altre organizzazioni no profit come Human Rights Watch, Amnesty International e American Civil Liberties Union, accusano la NSA di aver violato il Primo emendamento della Costituzione statunitense, che tutela la libertà di espressione, e il Quarto emendamento che difende i cittadini da perquisizioni e sequestri immotivati. In un articolo sul New York Times, il fondatore di Wikipedia Jimmy Wales e il direttore esecutivo di Wikimedia Lila Tretikov sottolineano come lo spionaggio governativo sia stato un attacco diretto alle stesse fondamenta della democrazia.

“I volontari di Wikipedia – spiegano Wales e Trekinov – dovrebbero poter operare senza preoccuparsi del fatto che il governo degli Stati Uniti stia monitorando quello che leggono e scrivono. Le attività su Wikipedia toccano aspetti sensibili e privati possono rivelare tutto, dai credo politici e religiosi all’orientamento sessuale e alle condizioni di salute. Minando le conversazioni online, l’NSA mina le base stesse della democrazia. La conoscenza  – concludono – fiorisce nel momento in cui la privacy è protetta”.

In passato l’intelligence statunitense, che pare abbia copiato anche il più grande produttore di SIM al mondo, è già stata portata in tribunale per le sue attività di spionaggio ma tutto si risolse in nulla di fatto, in quanto non è stato possibile dibattere su quello che è considerato un segreto di stato.

Leggi anche:  Come colpiscono gli hacker? Svelate le tendenze degli attacchi informatici