SEAT, Samsung e SAP collaborano per creare la “vettura connessa” del futuro

SEAT, Samsung e SAP collaborano per creare la “vettura connessa” del futuro

SEAT e SAP stipulano un accordo che consolida l’alleanza con SAMSUNG

La SEAT, Samsung Electronics e SAP SE hanno stretto un’alleanza tecnologica finalizzata a progetti futuri incentrati sullo sviluppo della vettura connessa. In occasione dell’11ª edizione del Mobile World Congress (MWC) a Barcellona, le tre aziende presentano concept all’avanguardia frutto dell’unione tra le proprie innovazioni ed esperienza nel settore.

Lo scorso anno, la SEAT e Samsung hanno raggiunto un accordo per lo sviluppo di soluzioni tecnologiche già disponibili su alcuni modelli SEAT. Quest’anno, l’accordo viene ulteriormente rafforzato con l’arrivo di SAP, leader mondiale nelle applicazioni destinate alle aziende, nelle reti aziendali e nel cosiddetto Internet delle cose (IoT).

Hyesung Ha, Senior Vice – President Global Head of Mobile Enterprise Business di Samsung e Bernd Leukert, Executive Commettee member, Product and Innovation di SAP SE hanno incontrato Luca de Meo, Presidente SEAT S.A., per poter analizzare congiuntamente e da vicino le innovazioni rese possibili dal lavoro di squadra dei rispettivi team di Ricerca e Sviluppo, verso un nuovo livello di connettività per le auto.

“La collaborazione di Samsung con SEAT e SAP è la conferma del nostro impegno per lo sviluppo di soluzioni innovative in grado di avanzare verso un nuovo livello di connettività per l’auto”, ha affermato Injong Rhee, Vicepresidente Esecutivo e Responsabile Ricerca e Sviluppo, Software e Servizi e Comunicazione mobile di Samsung. “SAMSUNG mira a colmare il gap tra elettronica di consumo e industria automotive, mettendo la tecnologia mobile più avanzata a disposizione dell’esperienza di guida”.

“La connettività è un fattore chiave per noi”, afferma Luca de Meo, Presidente della SEAT S.A.. “Questa alleanza tecnologica con SAMSUNG e SAP rafforza il nostro obiettivo di affermarci come riferimento nel panorama della connettività e, soprattutto, di collaborare con i migliori partner per dare vita a nuovi ecosistemi di mobilità”.

“Per rispondere alla sfida del parcheggio urbano con una soluzione basata su Internet delle cose ampliabile e globale occorre la collaborazione di innovatori del mercato come SEAT, Samsung e SAP”, ha commentato Bernd Leukert, membro del Consiglio di Amministrazione di SAP SE, Products & Innovation.

“Sfruttando l’integrazione standard attraverso SAP Vehicles Network (SVN) e SAP HANA Cloud Platform per l’Internet delle cose, la SEAT può accedere ai dati globali relativi ai parcheggi su strada e non, che l’utente può pagare utilizzando Samsung Pay, e sfruttare l’integrazione in modo ottimale attraverso numerosi sistemi di parcheggio back-end. Insieme, stiamo lavorando per offrire all’utente un’esperienza di parcheggio semplificata nel traffico urbano e contemporaneamente stiamo gettando le basi per altri servizi orientati alla vettura”.

Vetture sempre connesse!

L’obiettivo di questa collaborazione è garantire all’utente una connettività sicura e senza soluzione di continuità mentre si è alla guida. I team di Ricerca e Sviluppo della SEAT, Samsung e SAP hanno unito le forze per presentare al MWC diversi concept di vetture connesse per il futuro. Alcuni esempi:

  • Un’applicazione che consente di prenotare e pagare un parcheggio senza bisogno di scendere dalla vettura

Forti del successo ottenuto dalla piattaforma Samsung Pay in Corea del Sud e negli Stati Uniti, è previsto che questo servizio di pagamento mobile semplice e sicuro proposto da Samsung raggiunga il mercato europeo nei prossimi mesi. Nell’ultimo trimestre del 2015, SAP ha lanciato con successo SAP Vehicles Network (SVN) negli Stati Uniti e in Europa nell’ambito di una partnership con Samsung (relativamente a Samsung Pay), incentrata sui servizi rivolti al mondo automotive quali Connected Parking e Connected Fueling.

Queste sono le premesse alla base del concept creato dalla SEAT, Samsung e SAP, cui sarà possibile accedere direttamente dalla SEAT ConnectApp. L’obiettivo per questa applicazione è permettere agli utenti di prenotare un parcheggio ovunque si trovino grazie alla funzione di riconoscimento delle impronte digitali, poter raggiungere la destinazione grazie alla funzione di navigazione e di far sì che, all’arrivo, la sbarra d’ingresso accedere automaticamente al momento dell’arrivo della vettura. Quando la vettura lascia il parcheggio, il pagamento viene effettuato direttamente attraverso l’App, senza bisogno di scendere dalla vettura.

Questo concept futuristico, presentato in occasione del MWC, è frutto della collaborazione con l’operatore del settore Saba, i membri di SVN (per esempio EasyPark) e Mobile World Capital. Questa vettura connessa rientra inoltre nel progetto “Mobile Ready”, una vetrina di esperienze innovative integrate nel contesto di una città reale, volto a illustrare i vantaggi della tecnologia mobile per cittadini, industria e istituzioni. Il progetto è inoltre svolto in collaborazione con Mobile World Capital Barcelona, l’iniziativa a sostegno dello sviluppo digitale e sulla tecnologia mobile della società finalizzato a migliorare la vita delle persone in tutto il mondo.

  • Car sharing grazie alla chiave digitale: “Per autorizzare qualcuno a guidare la propria auto attraverso la funzione di lettura delle impronte digitali, ovunque ci si trovi”

In occasione del MWC, la SEAT e Samsung hanno presentato inoltre un’evoluzione di Digital Key, la soluzione proposta nell’edizione precedente per blocco/sblocco delle porte, accensione del climatizzatore e apertura/chiusura dei cristalli da remoto, direttamente dallo smartphone o da un dispositivo indossabile.

È inoltre possibile stabilire un termine temporale per il duplicato della chiave digitale, allo scadere del quale non sarà più possibile condividere la vettura.

Il progetto dell’App permette inoltre di gestire le chiavi virtuali. In una fase più avanzata del progetto sarà poi possibile configurare e limitare una serie di funzionalità o prestazioni, tra cui per esempio impostando la velocità massima o specificando la modalità di guida per aumentarne l’efficienza. La funzione permette di autorizzare con modalità assolutamente sicure un’altra persona a utilizzare la vettura trasferendo una copia virtuale della chiave digitale al suo smartphone o dispositivo mobile, creando un “duplicato virtuale”. Questa innovativa soluzione sarà in futuro disponibile per le vetture SEAT.

Ti potrebbe interessare

Categorie: Hi-Tech