E’ arrivato Xiaomi Mi 5c, il primo con chip Surge S1

xiaomi mi 5c

Xiaomi Mi 5c è il primo dispositivo dell’azienda cinese a utilizzare il processore sviluppato internamente

Dopo mesi di lavoro Xiaomi ha finalmente l’occasione per il debutto del suo processore proprietario che d’ora in poi caratterizzerà i suoi smartphone. Xiaomi Mi 5c è il primo a utilizzare il SoC Surge S1, che stando ai benchmark diffusi dall’azienda si dimostra una soluzione di fascia media. Nello specifico il processore è stato realizzato con processo produttivo a 28 nanometri ed è composto da quattro core ARM Cortex-A53 a 2,2 GHz, quattro core ARM Cortex-A53 a 1,4 GHz e GPU quad core ARM Mali-T860.

Xiaomi Mi 5c integra all’interno del suo corpo unibody in alluminio uno schermo Full HD da 5,15 pollici (1920 x 1080 pixel), 3 GB di RAM, 64 GB di storage, GPS, modalità Dual SIM e batteria da 2.860 mAh. La fotocamera principale da 12 Megapixel offre un’apertura focale f/2.2, flash LED e supporto HDR single-frame mentre quella frontale da 8 megapixel sfrutta un obiettivo grandangolare. La scheda tecnica di Xiaomi Mi 5c si completa con sensore per la lettura delle impronte digitali frontale, infrarossi e porta USB Type-C. Lo smartphone utilizza Android 7.0 Nougat come sistema operativo e interfaccia personalizzata MIUI 8. Xiaomi Mi 5c sarà disponibile in 3 colorazioni (nero, oro, oro rosa) a un prezzo di circa 210 euro.

Leggi anche:  Healthcare e stampa 3D: i benefici concreti nel caso del Policlinico Sant'Orsola di Bologna