Apple Music supera Spotify negli Stati Uniti

Apple Music

Apple Music ha superato i 20 milioni di utenti paganti negli Stati Uniti e ottiene così il primato dello streaming negli USA ai danni di Spotify

Nell’eterna sfida tra Apple Music e Spotify questa volta pare sia la piattaforma della Mela a uscirne vincitrice. Stando a quanto riporta Digital Music News, che ha citato un report realizzato da alcuni analisti per le case discografiche, il servizio di Cupertino ha superato il concorrente svedese negli Stati Uniti superando i 20 milioni di abbonati. Spotify, che con la sua versione Lite offre una serie di funzioni decisamente limitata, ha un numero di utenti paganti di poco inferiore ma non sufficienti a consentirgli di mantenere il primato negli USA.

Uno studio diffuso dal Wall Street Journal ha confermato che Apple Music ha un tasso di crescita in patria superiore a quello di Spotify, cosa che gli avrebbe consentito di superarlo in estate in termini di abbonati come effettivamente è avvenuto. Non solo, secondo alcuni analisti, lo streaming della Mela potrebbe espandersi del 40% l’anno fino al 2022. Questo è in effetti un momento particolarmente propizio per Apple Music che con il disco “Scorpion” di Drake ha raggiunto il record mondiale per un nuovo album nelle prime 24 ore dal lancio con 170 milioni di ascolti contro i 120 di Spotify. La piattaforma di Cupertino, come ha sottolineato lo stesso CEO di Apple Tim Cook, ha superato i 50 milioni di abbonati nel mondo (nel computo sono considerati anche coloro che usufruiscono dei tre mesi di prova) ma è ancora distante dal suo principale concorrente. Spotify ha 170 milioni di utenti attivi e 75 milioni di persone che pagano per accedere al suo catalogo musicale online.

Leggi anche:  Perché Mozilla se la prende con Facebook