WhatsApp, gli amministratori diventano i signori delle chat

WhatsApp

WhatsApp permetterà agli amministratori delle chat di gruppo di silenziare gli altri partecipanti alla conversazione, che potranno comunque contattarli in forma privata

WhatsApp si sta concentrando per rendere i gruppi più organizzati e semplici da gestire. Qualche settimana fa è arrivato un aggiornamento che ha dato maggiore potere nelle mani degli amministratori e oggi l’app di messaggistica ha ulteriormente lavorato sotto questo aspetto. L’ultima versione del servizio di proprietà di Facebook ora consente al leader della conversazione di silenziare tutti i partecipanti tranne lui. Quest’ultimo sarà l’unico a poter scrivere pubblicamente mentre gli altri dovranno accontentarsi di contattarlo in una chat privata separata tramite il tasto “Scrivi all’amministratore”.

L’obiettivo è quello di dare un freno a quegli utenti che si dilungano in messaggi che servono solo a creare maggiore confusione. Inoltre, la nuova funzione facilita una forma di comunicazione “di servizio” tra uno utente e pochi altri membri della chat. Recentemente Carl Woog, capo della comunicazione di WhatsApp, ha confermato al Global Fact-Checking Summit di Roma che dei 65 miliardi di messaggi scambiati ogni giorno “il 90% sono mandati tra due persone mentre i gruppi contano in media 6 utenti”.

WhatsApp sta per introdurre anche altre funzioni che faranno sicuramente piacere ai suoi utilizzatori. L’app permetterà ad esempio di nascondere tutti i contenuti ricevuti in chat. L’obiettivo è quello di ridurre al minimo lo spazio occupato sul telefono da foto, video e documenti.

 

Leggi anche:  Google continuerà a utilizzare i nomi di dolci per Android