SpaceX sta per mandare sulla luna il primo rover privato

SpaceX porta Israele sulla Luna

SpaceX porterà sulla Luna il primo rover realizzato da un’azienda privata, ovvero il robot Beresheet dell’israeliana SpaceIL
SpaceX sta per battere l’ennesimo record. L’agenzia spaziale di Elon Musk non solo parteciperà alla prima missione lunare di Israele ma porterà sul nostro satellite il primo lander privato realizzato da un privato. Il progetto è stato organizzato dall’organizzazione no profit SpaceIL, che ha realizzato un veicolo spaziale di appena 1.300 libbre chiamato Beresheet. Si tratta di una missione low cost se paragonata a quelle della NASA in quanto il costo si aggira sui 100 milioni di dollari, di cui quasi la metà è stata fornita dal miliardario Morris Kahn. L’obiettivo, sottolinea l’imprenditore a Business Insider, è quello di “dimostrare che Israele, ovvero un paese minuscolo con 6-8 milioni di persone, potrebbe davvero fare il lavoro che è stato fatto solo da tre grandi potenze mondiali: Russia, Cina e Stati Uniti, con un budget inferiore”.

Beresheet, che prende il nome dal libro della Genesi nella Bibbia, è dotato di telecamere, sensori magnetici e trasmettitori per analizzare il campo magnetico lunare e inviare i dati sulla Terra. Il razzo Falcon 9 di SpaceX, che ha avviato i test per i motori del nuovo vettore Stareship, partirà giovedì prossimo dalla base di lancio di Cape Canaveral, in California, e porterà il lander sulla Luna l’11 aprile. Per ridurre i costi SpaceIL ha deciso di allungare i tempi di percorrenza della tratta dai 4 giorni impiegati dalle missioni Apollo a un mese e mezzo. Beresheet atterrerà nel Mare Serenitatis, nell’emisfero settentrionale della Luna, grazie ad una serie di gambe stampate in 3D per ammortizzare la caduta.

Leggi anche:  Diabete, entro il 2030 solo la metà dei diabetici potrà avere l’insulina