Ecco Starship, il razzo di SpaceX che porterà i turisti sulla Luna

Starship SpaceX

Elon Musk presenta Starship, il razzo vintage di SpaceX per voli turistici che un giorno potrebbe portare l’uomo su Marte

L’era dei viaggi spaziali anche per le persone “normali” è prossima a realizzarsi. Elon Musk ha svelato con un tweet il prototipo di Starship, il razzo sperimentale che entro il 2023 dovrebbe portare i primi turisti in orbita attorno alla Luna. Il progetto è l’evoluzione del Big Falcon Rocket e nel corso del tempo andrà a sostituire i vettori Falcon e le capsule Dragon andando a integrarli in un’unica soluzione. In futuro, potrebbe essere proprio questo razzo a permettere all’uomo di mettere piede su Marte. Questo prototipo di Starship è comunque più piccolo rispetto a quello con destinazione il nostro satellite in quanto è tarato solo per il volo suborbitale. SpaceX dovrebbe effettuare il primo lancio di prova tra 4 o 8 settimane dalla base di Boca Chica, in Texas, con un anno di anticipo rispetto alla tabella di marcia prefissata.

Starship può trasportare 100 persone e 150 tonnellate di carico, è alto 37 metri e largo 9. La caratteristica che salta subito all’occhio è il suo design, che ricorda nelle forme e nella scelta dell’argento come colore primario i razzi visti nei film di fantascienza degli anni 50. Pare che questa scelta nella livrea sia stata fortemente voluta dagli ingegneri dell’agenzia spaziale privata e non sarà nemmeno definitiva. La prossima evoluzione del vettore, come ha sottolineato Musk, avrà infatti una capsula diversa con una sorta di rigonfiamento e ovviamente un oblo per poter ammirare la Luna da una prospettiva unica nel suo genere. Non solo, Starship con il suo progenitore Falcon sarà in grado di decollare e atterrare in verticale per poter essere utilizzato su più missioni. Il primo passeggero del razzo sarà Yusaku Maezawa, miliardario giapponese fondatore del colosso dell’abbigliamento online Zozotown. Insieme a lui ci saranno altre 8 persone per realizzare un particolare progetto artistico.

 

Leggi anche:  E-Vai PUBLIC: a Cermenate auto green in condivisione tra Comune e cittadini