Minsait presenta i dati dall’esperienza Smart City

Minsait presenta i dati dall'esperienza Smart City

L’analisi, frutto dell’esperienza maturata nelle città di Anversa, Helsinki, Las Palmas de Gran Canaria, Logroño e Cáceres, è stata resa pubblica nell’ambito di Smart City Expo World Congress di Barcellona

Anversa, Helsinki, Las Palmas de Gran Canaria, Logroño o Cáceres sono alcune delle città su cui misurare l’impatto positivo delle soluzioni di Smart City sviluppate da Minsait, società Indra leader nella consulenza negli ambiti della Digital Transformation e delle Information Technologies, per quanto riguarda la gestione quotidiana dei servizi e la qualità della vita dei cittadini.

I dati sono stati presentati dal direttore di Smart Cities di Minsait, Alberto Bernal, nell’ambito di Smart City Expo World Congress di Barcellona.

“I progetti che stiamo sviluppando, nonché le capacità analitiche e di simulazione della nostra soluzione Onesait Government Cities, ci consentono di ottenere dati significativi sull’impatto economico, sulla qualità dei servizi e sulla soddisfazione degli abitanti delle città in cui lavoriamo. Tra questi emergono: il risparmio dell’acqua; il miglioramento della qualità dell’aria; la riduzione dei tempi di risoluzione delle richieste dei cittadini e l’aumento delle entrate per le piccole imprese”, ha affermato Alberto Bernal.

L’implementazione dei progetti pilota a Helsinki e Anversa, nell’ambito del programma europeo Select4Cities, ha permesso di risolvere le sfide ambientali e sociodemografiche analizzando grandi quantità di dati provenienti da diverse fonti di informazione.

L’iniziativa fa parte dell’ambizioso piano di ricerca Horizon 2020, finanziato dall’Unione Europea, con l’obiettivo di progettare e sviluppare piattaforme digitali basate sull’ “Internet of Everything” (IoE) volte a migliorare la qualità della vita e dei servizi per i cittadini in Europa attraverso le tecnologie più all’avanguardia.

Meno costi e maggiore attenzione

ll progetto realizzato a Las Palmas de Gran Canaria (Spagna) offre anche vantaggi significativi grazie alla gestione trasversale dei servizi urbani. Secondo le stime di Minsait, l’impatto si traduce in un risparmio notevole nel consumo di acqua per l’irrigazione e nel costo del servizio di raccolta dei rifiuti, nonché in un aumento del tasso di riciclaggio della città.

Leggi anche:  Microsoft è pronta a lanciare gli HoloLens 2

Nel caso del consumo di acqua, il miglioramento arriverà grazie allo studio e all’analisi delle diverse variabili meteorologiche insieme alla rilevazione precoce di perdite e guasti nella rete di irrigazione. Il risparmio previsto è molto significativo per i Comuni in quanto la spesa per l’acqua rappresenta il 17% del budget totale per i parchi e i giardini. In quest’ottica, la gestione intelligente e centralizzata di questi parchi e giardini permette di ottenere una riduzione del 15% dei costi operativi.

D’altra parte, nell’ambito della gestione dei rifiuti nella capitale delle Canarie, il monitoraggio attivo del servizio consente di identificare rapidamente le inefficienze e misurare gli indicatori chiave di prestazione che il Servizio di pulizia municipale (SML) considera rilevanti come, ad esempio, i guasti dei veicoli dovuti ad un uso inappropriato come l’accelerazione. Inoltre, la soluzione fornisce dati che facilitano lo studio delle abitudini e dei modelli dei cittadini per l’avvio di campagne e misure correttive per migliorare l’infrastruttura di riciclaggio e la consapevolezza dei cittadini.

Le azioni intraprese per il progetto Smart Logroño si stanno traducendo in benefici come un’attenzione più agile attraverso molteplici canali (voce, e-mail e chat web), che si riflette sulla riduzione fino al 25% nei tempi di risoluzione delle richieste e dei reclami dei cittadini. Tra giugno 2018 e aprile 2019 sono state risposte circa 40.000 chiamate, di cui oltre 17.200 sono state automaticamente distribuite tra le diverse unità municipali.

Il turismo intelligente è un’altra delle scommesse di Minsait per dare impulso alle economie locali. Secondo le stime dell’azienda, il progetto “Patrimonio intelligente” che si sta sviluppando a Cáceres (Spagna) potrebbe aumentare il numero di pernottamenti e visitatori fino al 5%, nonché aumentare il numero di posti di lavoro nel settore fino al 10%.

Leggi anche:  Volkswagen: 22 milioni di auto elettriche in 10 anni

In questa città spagnola, Minsait ha appena completato l’installazione di un sistema di sensorizzazione in diversi edifici di interesse turistico e aree strategiche che consente di risparmiare i costi di conservazione del patrimonio stabilendo in modo più affidabile il profilo e il numero di turisti che visitano la città per orientare e personalizzare l’offerta attraverso canali digitali.