Per Mazda i veicoli elettrici a lungo raggio inquinano troppo

Secondo i calcoli della compagnia, veicoli come le Tesla contribuiscono a inquinare di più dei diesel

Ti chiedi perché l’MX-30 di Mazda ha una batteria da 35,5 kWh quando la concorrenza è già ben oltre? Secondo il direttore della ricerca europea del marchio, Christian Schultze, l’obiettivo è di aiutare il pianeta. Il manager ha infatti spiegato ad Automotive News che il mantra di Mazda di tenere basse le dimensioni dell’autonomia, è dovuto alla volontà di avere un’impronta complessiva di emissioni di Co2 (compresi produzione e consumo di energia) paragonabile a una berlina diesel, anche dopo aver sostituito la batteria a fronte di oltre 165mila chilometri percorsi. Sembrerà strano ma, per Schultze, le batterie delle auto elettriche a lungo raggio sono peggiori per l’ambiente.

Come è possibile

Ciò arriva dai calcoli effettuati da Mazda per la produzione di Co2 a lungo termine. La società ha stabilito che una batteria da 95k Wh (simile a quella delle Tesla S e X di fascia alta) richiederebbe più emissioni sin dall’inizio a causa delle maggiori dimensioni e dell’uso prolungato durante la guida. Tale situazione andrebbe persino a peggiorare, se solo si sostituisse la batteria nello stesso intervallo di tempo. Tutto vero? Beh, insomma: Mazda basa i suoi dati sulle medie di produzione di elettricità europee a partire dal 2016. L’impronta di carbonio è decisamente più bassa in ​​aree dove l’energia è del tutto a zero emissioni e dove le stesse batterie possono essere prodotte impattando di meno sull’ambiente.

Insomma, le cose in tre anni e più sono cambiate e sicuramente in meglio. Invece, la casa automobilistica presume che il mix energetico non sia cambiato in modo significativo e non lo farà nel prossimo futuro. Mentre Mazda è chiaramente consapevole del fatto che i veicoli elettrici hanno ancora un impatto sul pianeta, sembra che stia progettando solo per il presente (se non il passato) e questo potrebbe farle perdere il treno della mobilità privata elettrica di chi ha bisogno di qualcosa che vada oltre un’autonomia di 50 chilometri.

Leggi anche:  Minsait sviluppa le tecnologie analitiche e IoT di PLATOON