Microsoft Surface Duo: svelate le specifiche dello smartphone con doppio schermo

Microsoft Surface Duo: svelate le specifiche dello smartphone con doppio schermo
Ascolta l'articolo

Microsoft Surface Duo potrà effettuare chiamate e inviare sms ma ci sono ancora molti dubbi su data di uscita e prezzo

È improbabile che i Microsoft Surface Neo e Surface Duo arrivino nel 2020 ma proprio quest’ultimo, il dispositivo a doppio schermo più piccolo della flotta, potrebbe essere stato svelato nella sua interezza da alcune voci trapelate da Redmond. Il pieghevole, che esegue Android, ha già visto il rilascio, da parte di Microsoft, della piattaforma di sviluppo di app a gennaio, indirizzata ai developer, ribadita nel corso della Build online di questi giorni, per la priva volta solto in formato digitale, a causa della pandemia da Coronavirus.

Secondo quanto riferito, il Surface Duo doterà un processore Qualcomm Snapdragon 855, lo stesso usato da Samsung nel suo primo telefono pieghevole, il Galaxy Fold. Se le specifiche sono giuste, il resto dell’hardware vedrà 6 GB di RAM con 64 GB o 256 GB di spazio di archiviazione, senza possibilità di archiviazione espandibile. Il Surface Duo è inoltre dotato di una fotocamera da 11 megapixel sul retro di due display separati da 5,6 pollici ognuno, e tenuti insieme da cerniere progettate per restituire un pannello da 8,3 pollici, seppur visibilmente diviso nel mezzo.

I pregi del Surface Duo

Proprio la cerniera a 360 gradi consente di aprire il dispositivo oltre la classica posizione da tablet e di tenerlo come un grande telefono quando si riceve una chiamata, oppure a mo’ di libro e visualizzare la schermata iniziale da un lato mentre si utilizza un’app dall’altro. Secondo Windows Central, i due display Amoled del Duo avranno un formato 4:3 e una risoluzione di 1.800 x 1.350 pixel. Oltre a ciò, vedremo una porta USB-C, uno slot nanoSIM e una batteria da 3.450 mAh e il supporto alla Surface Pen.

Come detto, a bordo girerà Android 10, ma le medesime fonti di Windows Central affermano che verrà aggiornato ad Android 11 appena reso disponibile da Google. Ci sono ancora un sacco di dubbi sulla data di uscita e il prezzo dello smartphone pieghevole che, curiosamente, Microsoft non definisce mai come un vero “telefono” ma un oggetto polivalente, il cui successo dipenderà proprio da come l’azienda saprà posizionarlo sui vari mercati.

Leggi anche:  I ritardi di Apple faranno bene alle vendite di iPhone SE 2020