Schmidt: “Non abbiamo abbandonato i Google Glass”

Eric Schmidt:

Il presidente di Google, Eric Schmidt, ha confermato che lo sviluppo dei Google Glass non è stato accantonato

A gennaio Google ha deciso di chiudere il programma Explorer per i Google Glass ma ciò non significa che il progetto degli occhiali SMART sia arrivato a un punto morto. Eric Schmidt, presidente di Big G, ha confermato che lo sviluppo del device andrà avanti ma ha anche ammesso che ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che venga messo sul mercato.

Schmidt: “I Google Glass non sono una delusione, ci vorrà tempo ma il programma continua”

In una intervista al Wall Street Journal, Schmidt ha dichiarato che i Google Glass sono “una piattaforma grande e davvero fondamentale per Google” e non si può parlare assolutamente di “una delusione”. “Abbiamo terminato il programma Explorer e la stampa ha pensato che stessimo cancellando l’intero progetto ma non è così – ha continuato il manager di Mountain View – . Google significa anche prendere rischi e non c’è nulla nel voler modificare i Glass che suggerisce che vi stiamo rinunciando”. Ovviamente, ha concluso Schmidt, progetti come quello dei Google Glass “richiedono tempo” per poter essere sottoposti al giudizio del pubblico di massa. L’aver affidato la supervisione del loro sviluppo a Tony Fadell, numero uno della divisione Nest, è stato proprio per rendere gli occhiali SMART “pronti per gli utenti”.

Recentemente è stato Astro Teller, capo dei laboratori Google X e precedentemente responsabile per i Google Glass, a spiegare i motivi della frenata del programma Explorer. Secondo il manager, attorno ai Google Glass è stato creato fin troppo clamore. “Abbiamo consentito, e spesso incoraggiato, che si creasse troppa attenzione intorno al programma”, ha dichiarato Teller.

Leggi anche:  VMware inclusa nei Dow Jones Sustainability World Indices grazie all’impegno in ambito ESG