Apple Watch non piace ai giovani

Apple Watch clock face

Una ricerca di MBLM afferma che i giovani nati dagli anni ’80 al 2000 non ritengono Apple Watch un prodotto utile

Apple Watch è arrivato in Italia qualche giorno fa e dopo poche ore già si erano formate lunghe file davanti ai negozi della Mela per poterlo anche solo ammirare. Molti esperti ritengono che lo smartwatch potrebbe essere il device più remunerativo prodotto finora a Cupertino ma pare che non piaccia proprio a tutti, e in particolare ai millennials.

I millennials non apprezzano Apple Watch

Una ricerca condotta da MBLM e ripresa da NBC News, afferma che i cosiddetti millennials, ovvero le persone nate tra gli Anni 80 e il 2000, non trovano particolarmente attraente Apple Watch. I giovani, in particolare quelli che hanno vissuto il boom della tecnologia a livello consumer, solitamente sono quelli che maggiormente apprezzano le novità hitech ma pare tra queste non figuri Apple Watch. I millennials ritengono che lo smartwatch sia un oggetto pressoché inutile in quanto è troppo legato allo smartphone e non porta nessun vantaggio. Alcuni addirittura ritengono che acquistare Apple Watch sia solo uno sfoggio di esibizionismo a causa del prezzo troppo elevato.

Al momento è comunque difficile dire se la ricerca di MBLM sia uno specchio veritiero della realtà. I dati di vendita del device sono infatti ancora incompleti. Gli analisti stimano siano stati distribuiti 2,8 milioni di smartwatch ma Apple prevede di arrivare a 10-13 milioni di unità entro la fine dell’anno. Inoltre, pare che la Mela stia lavorando per rendere il prossimo modello di Apple Watch meno dipendente dallo smartphone e far ricredere gli scettici millennials.

Leggi anche:  I PC Dell salvano gli elefanti in via di estinzione in Sudafrica