Samsung come Volkswagen ha barato sui consumi?

Uno studio riportato dal The Guardian afferma che Samsung avrebbe alterato i risultati dei test sui consumi energetici di alcuni suoi televisori

Mentre il mondo dell’automotive è sconvolto dal caso Volkswagen, che ha truccato i dati sulle emissioni e sarà costretta a ritirare dal mercato 11 milioni di veicoli, c’è qualcun altro che viene accusato di non essere totalmente trasparente per quanto riguarda i consumi energetici dei propri prodotti. Il quotidiano inglese The Guardian ha riportato uno studio indipendente realizzato da ComplainTV in cui si afferma che i televisori Samsung consumano molto più di quanto dichiarato dai test ufficiali.

Samsung ha alterato i test per le sue TV?

Lo studio ha rivelato che durante i test della commissione elettrotecnica internazionale (Lec) la funzione “Motion Lighting”, che riduce la luminosità dello schermo quando le figure sono in movimento, effettivamente ha portato a una diminuzione dei consumi energetici. In condizioni normali, invece, non è stato registrato alcun cambiamento. “I laboratori hanno osservato diversi comportamenti delle TV durante le misure – si legge nel rapporto – e questo suggerisce la possibilità che gli apparecchi riconoscano una procedura di test e adattino il consumo di energia”.

Samsung, che ha ridotto il prezzo della nuova versione dei visori Gear VR, ha smentito le accuse con forza ma questo non ha fermato la Commissione Ue dal chiedere ulteriori chiarimenti. L’organismo continentale potrebbe presto aprire un’indagine vera e propria anche sulla base di segnalazioni arrivate dalle autorità svedesi.

Leggi anche:  È ufficiale il nuovo “Codice di Condotta per l’efficienza energetica degli UPS 2021-23”