E’ stato il Sole a rendere Marte inospitale

marte sole atmosfera

I dati della sonda MAVEN dicono che Marte è un pianeta arido e secco a causa dell’attività solare che ha spazzato via l’atmosfera

Milioni di anni fa Marte era un pianeta molto simile al nostro, con una grande abbondanza di acqua e di fiumi. I dati raccolti dalla sonda Curiosity confermano questa teoria e la scoperta di H2O allo stato liquido è stata annunciata dalla NASA con grande entusiasmo, ma cosa ha reso il Pianeta Rosso così freddo e inospitale? Secondo l’agenzia spaziale statunitense è stato il nostro Sole a spazzare via gran parte dell’atmosfera marziana rendendolo quello che è oggi.

Attualmente Marte possiede un’atmosfera sottilissima composta per il 95% di anidride carbonica. Un tempo però questa doveva essere ricca di altri gas come dimostrano i segni di attività vulcanica su tutta la superficie del pianeta. Le analisi della sonda MAVEN (Mars Atmosphere and volatile Evolution), che ha percorso 711 milioni di chilometri in 10 mesi per raggiungere la sua meta, hanno permesso di dire che è stata un’intensa attività solare a sconvolgere il clima del Pianeta Rosso rendendolo arido e secco. “L’erosione dei venti solari è un meccanismo importante di perdita dell’atmosfera ed è stato sufficientemente importante da causare uno sconvolgimento del clima marziano”, ha spiegato Joe Grebowsky, responsabile della missione MAVEN. Sulla questione sono stati realizzati 4 diversi studi che sono arrivati tutti alla conclusione che quando la nostra stella era molto giovane ha colpito Marte con un intenso bombardamento di particelle provenienti dalla corona che hanno spazzato via l’atmosfera del pianeta.

Leggi anche:  Catalina Curceanu (INFN), alla scoperta del computer quantistico