I bot saranno i recruiter del futuro

mya bot lavoro

Mya è un chatbot che in modo automatico analizza i curriculum e tramite un’interazione con i candidati segnala quelli migliori per una specifica posizione

La rivoluzione dei bot avviata da Facebook consentirà di automatizzare diversi processi, compresa la selezione dei candidati. Il portale per il lavoro FirstJob è il primo a sperimentare l’utilizzo dell’intelligenza artificiale a questo scopo. Il bot Mya è in grado di interagire con le persone che cercano lavoro ed effettua una selezione dei candidati senza alcun intervento umano.

Mya ha automatizzato il 75% dei colloqui preliminari attraverso conversazioni con le persone che si propongono per diverse posizioni. Il bot analizza il curriculum e le lettere di presentazione per individuare eventuali requisiti mancanti e porre domande sulle competenze e obiettivi del lavoratore. Tutto il processo avviene in modo simile a quello effettuato da un recruiter in carne e ossa. Al momento Mya è comunque in grado solo di fornire un report, che verrà sottoposto poi agli head hunter per procedere o meno all’assunzione. Alcuni potrebbero pensare che un colloquio con una fredda macchina non permetta di vendersi nel modo migliore ma in realtà chi ha chattato con il bot ha tre volte di possibilità in più di essere selezionato.

Leggi anche:  L'indice FTSE4Good rivede il punteggio di Indra al rialzo del 18%