Amazon pensa di aprire piccoli negozi di alimentari

amazon fresh

Amazon starebbe pensando di aprire dei minimarket per implementare il suo servizio Fresh

Amazon si è resa conto che ancora una larga fetta della popolazione preferisce ancora acquistare in prima persona i prodotti di cui necessita, in particolare quando si tratta di alimentari. Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, il colosso dell’e-commerce ha quindi deciso di aggiungere al suo servizio Amazon Fresh anche dei negozi fisici in cui poter fare la spesa in modo classico.

Fresh è un servizio in abbonamento destinato agli iscritti a Prime che per 15 dollari al mese consente di acquistare prodotti alimentari online e riceverli comodamente a casa in brevissimo tempo. Il nuovo servizio, battezzato “Project Como”, prevede la costruzioni di una catena di piccoli negozi di alimentari in cui poter accedere a prodotti altamente deperibili come la carne o il latte, che durante le fasi di consegna potrebbero perdere in qualità. Presso questi punti vendita saranno inoltre predisposti degli sportelli dove ritirare di persona la spesa ordinata online. Infine, si vocifera che Amazon abbia sviluppato una nuova tecnologia per ridurre ulteriormente i tempi di attesa e avere così prodotti sempre freschi e genuini.

L’idea di un negozio fisico non è in realtà una novità per Amazon. Il colosso dell’e-commerce, che ha aperto un nuovo canale dedicato ai gamer tramite la piattaforma Twitch, ha infatti aperto presso l’University Village di Seattle un punto vendita in cui trovare libri e i suoi e-reader e tablet. Qui i clienti possono inoltre usufruire del supporto del dispositivo domestico Echo dotato dell’intelligenza artificiale Alexa.

Leggi anche:  Aubay progetta la crescita in Italia