Instagram: 250 mln di utenti per le Storie

Instagram porta loshopping nelle Storie e nel tab Esplora
Ora è possibile fare acquisti direttamente direttamente dalle Storie e dal tab Esplora di Instagram

Instagram supera i 250 milioni di utenti attivi che condividono le loro Storie e batte Snapchat su tutti i fronti

Instagram continua la sua crescita esponenziale arrivando a 700 milioni di utilizzatori attivi quotidianamente. Il trend è stato favorito soprattutto dalle Storie. Ogni giorno 250 milioni di utenti condividono collage di foto e video che scompaiono dopo 24 ore (a meno che non si decida di salvarli). Si tratta di un traguardo davvero importante se si considera che solo ad aprile gli utilizzatori erano 200 milioni e che le Storie sono state introdotte poco meno di un anno fa. La funzione è chiaramente ispirata a Snapchat ma bisogna considerare che il numero di coloro che condividono le Storie su Instagram è superiore all’intera utenza dell’app di messaggistica.

Le Storie non sono solo uno strumento di intrattenimento ma anche un’opportunità di business dall’enorme potenziale. Durante un’intervista alla CNBC la vicepresidente per le Global Marketing Solutions di Facebook, Carolyn Everson, ha sottolineato che oltre il 30% delle Storie visualizzate appartengono ad aziende e marchi che promuovono i loro prodotti. Instagram ha inoltre introdotto recentemente diverse nuove funzioni per migliorare l’esperienza per l’utente come la possibilità i salvare le dirette live e gli stickers geolocalizzati. Da un paio di giorni il social network inoltre premette di ripubblicare i contenuti per un’ulteriore visione.

Se su Instagram le Storie hanno avuto un vero e proprio boom non si può dire la stessa cosa per Facebook e WhatsApp. L’app di messaggistica è stata costretta a modificarle radicalmente a seguito delle proteste degli utenti mentre sulla piattaforma principale sono pochissimi a condividerle. Il social network è stato addirittura costretto a introdurre dei bottoni con immagini sfocate per dare l’illusione che qualcuno stesse davvero condividendo la propria Storia.

Leggi anche:  Pubblicato il nuovo standard ETSI: la PEC europea diventa realtà grazie al ruolo chiave di AgID e dei Gestori di Posta Elettronica Certificata