Samsung investe nello sviluppo delle self driving car

samsung self driving car

Samsung crea un fondo per favorire la ricerca nel campo delle self driving car in collaborazione con Harman

Se Apple sta lavorando a un sistema per la guida autonoma, Samsung che è la sua principale rivale in molti settori, non può essere certamente da meno. L’azienda coreana ha annunciato di aver stanziato un fondo da 300 milioni di dollari destinato a finanziare progetti nel campo delle self driving car. La somma è stata raccolta in collaborazione con Harman, azienda leader nel settore e acquisita l’anno scorso da Samsung per 8 miliardi di dollari.

Le due aziende hanno inoltre proposto la nascita di una nuova struttura dedicata alla guida autonoma e ai sistemi (Advanced Driver Assistance Systems). Qui verranno sviluppati nuovi sensori, algoritmi per l’intelligenza artificiale e soluzioni per la connettività e il cloud che permettano la gestione di apparati complessi come quelli delle self driving car. Harman ha inoltre presentato l’ultima versione di Remote Vehicle Updating Ota, piattaforma progettata da Redbend che consente di effettuare la diagnostica e l’aggiornamento delle componenti elettroniche del veicolo da remoto. Attualmente questa soluzione è installata su 25 milioni di veicoli di 17 produttori. Samsung invece ha stretto una partership con Tesla per la fornitura di processori e a Seul sta già testando su strada i suoi apparati per la guida autonoma.

“Viviamo in un momento storico di straordinaria trasformazione dell’industria automobilistica, e siamo entusiasti di svolgere un ruolo di leadership nel sostegno e nella progettazione del futuro di veicoli più intelligenti e connessi”, ha dichiarato Young Sohn, CSO di Samsung e Presidente del CdA di Harman.

Leggi anche:  Vitaly Vanchurin, l’universo come rete neurale