Netflix ammette: “Apple sarà la nostra prima concorrente”

Netflix potrebbe usare chip AMD Epyc per i suoi data center

Netflix ha superato il valore di 100 miliardi di dollari grazie a un Q4 2017 da incorniciare ma teme l’avvento di Apple nel campo dello streaming

Netflix ha chiuso il 2017 come meglio non poteva, ma nonostante i risultati finanziari in termini di crescita abbiano ampiamente superato le attese, all’orizzonte si intravede un nuovo agguerrito nemico. Nell’ultimo trimestre dell’anno passato la piattaforma di streaming ha registrato entrate per 3.29 miliardi di dollari e ha ottenuto ben 8.33 milioni di nuovi abbonati. Tutto questo ha fatto crescere la sua capitalizzazione oltre i 100 miliardi di dollari (+ 8%). I motivi di questo successo sono da imputare alla popolarità di serie TV originali come “13 Reasons Why” e il fenomeno globale “Stranger Things”.

Netflix ha quindi espresso tutta la sua soddisfazione nella lettera indirizzata agli investitori ma allo stesso tempo ammette senza mezzi termini che Apple sta per diventare la sua più agguerrita concorrente nel campo dello streaming. “Apple sta aumentando la sua programmazione e presumibilmente offrirà nuovi contenuti originali su Apple Music e su iOS. – si legge nel documento – Diventerà presto un nuovo competitor e nei prossimi mesi investirà 1 miliardo di dollari in nuove produzioni originali”. L’azienda di Los Gatos sembra quindi credere ai rumors comparsi in Rete nei mesi scorsi e prepara le sue contromosse. La Mela ha infatti un vantaggio competitivo sulla rivale che non può non essere considerato. Apple Music è preinstallato su 1 miliardo di smartphone e tablet iOS mentre Netflix deve essere volontariamente scaricato dall’utente.

Leggi anche:  Facebook ha cancellato la conferenza per gli sviluppatori