Il portatile più sottile al mondo? Swift 7

Acer ha aggiornato il suo notebook con chip Kaby Lake rendendolo ancora più leggero e versatile: è spesso meno di 9 millimetri

Con l’entrata nel vivo del Consumer Electronic Show di Las Vegas giungono anche i primi prodotti da record, almeno nelle intenzioni dei produttori. È il caso di Acer, che ha definito il suo ultimo notebook Swift 7 come il più sottile in circolazione. Stando ai dettagli tecnici non potrebbe essere altrimenti, visto lo spessore ridotto di soli 8,98 millimetri, tali da porre il dispositivo in cima alla lista dei migliori ultrabook, non solo in quanto a versatilità ma anche potenza. L’aggiornamento della famiglia Swift 7 non è infatti solo estetico. All’interno, Acer ha integrato gli ultimi processori Kaby Lake i7 di settima generazione, una piccola delusione per chi attendeva un più recente Coffee Lake ma comunque una scelta vincente in quanto a prestazioni e ottimizzazione dei consumi. Al fianco della CPU il portatile ha 8 GB di RAM, SSD da 256 GB e un pannello da 14 pollici, leggermente più grande del precedente da 13,5 pollici.

Come è fatto

Al di là delle caratteristiche tecniche più comuni, il vero punto di interesse è la presenza del supporto alle nano sim 4G, che rendono lo Swift 7 un compagno ideale per l’utilizzo in mobilità. Ovviamente in questo caso l’autonomia scende leggermente ma è un compromesso accettabile per chi si ritrova fuori ufficio a dover lavorare o semplicemente ad accedere a servizi e piattaforme online, senza possibilità di sfruttare un Wi-Fi. L’Acer Swift 7 dovrebbe arrivare entro aprile in Europa a prezzi forse altini: 1.699 per la versione di base, più del prezzo di lancio della generazione precedente, dove mancava il supporto al 4G, un buon motivo per virare su un prodotto del genere piuttosto che su altro. Con buona pace del portafoglio.

Leggi anche:  Tim Cook anticipa le novità di Apple per il 2021