PlayStation 5, gli ultimi rumors su caratteristiche e data di lancio

playstation 5

PlayStation 5 potrebbe avere un’architettura Ryzen e non dovrebbe costare più di 400 dollari. Il lancio potrebbe arrivare prima del 2020

In questi giorni si è parlato molto di PlayStation 5. Microsoft dispone ad oggi della console più potente sul mercato con Xbox One X e per Sony potrebbe essere arrivato il momento di proporre la sua alternativa ai videogiocatori di tutto il mondo. L’azienda giapponese ha già iniziato a sviluppare la prossima generazione del dispositivo e i lavori sarebbero già a buon punto. Settimana scorsa il sito Kotaku, specializzato nel settore gaming, ha previsto che PS5 non arriverà nei negozi prima del 2020 ma i piani di Sony non sarebbero definitivi. Oggi Digital Foundry ha invece diffuso i primi rumors riguardo le sue caratteristiche tecniche.

Secondo i rumors diffusi da Semiaccurate e rilanciati da Digital Foundry, l’hardware di PlayStation 5 dovrebbe essere basato sulla combinazione tra CPU con architettura Ryzen a otto core e GPU Navi, evoluzione dell’attuale Vega e con una potenza fino a 11 TeraFLOPS. La prima è una tecnologia già utilizzata da AMD in ambito desktop ed è considerata un’ottima alternativa alle soluzioni di Intel, che a breve potrebbe perdere un cliente importante come Apple. Sony dovrebbe adottare un processo produttivo a 7 nm al fine di ridurre costi e dimensioni delle componenti e aumenterà frequenza e numero di compute unit per un’esperienza di gioco ancora più fluida. PlayStation 5 avrà inoltre un quantitativo di RAM (RAM GDDR6) superiore al modello attuale che potrebbe arrivare fino a 24 GB. Sony avrebbe poi scelto una memoria SSD per l’archiviazione dei dati. Anche Digital Foundry prevede che la console sarà pronta per il mercato alla fine del 2019 o al massimo nel 2020 allo scopo di proporla a un prezzo non eccessivo. L’insider e youtuber francese, Julien Chièze, ritiene che PS5 non costerà più di 399 dollari al lancio e che nella line-up iniziale compariranno titoli come Death Stranding e The Last of Us 2, che saranno comunque giocabili anche su PS4.

Leggi anche:  Nuove opportunità di business e profittabilità con ColorStream

[amazon_link asins=’B0767PPQDV,B01GVQUX3U,B01LSFGWR0,B00M1ROL28,B072JTC7JP’ template=’ProductCarousel’ store=’dmo0e-21′ marketplace=’IT’ link_id=’46116f2e-418a-11e8-a8c9-dd2b6fc7e3bd’]