Facebook permetterà di realizzare il proprio avatar

facebook

Facebook sta lavorando ad una nuova funzione che permette di realizzare una propria copia digitale con cui personalizzare le conversazioni e i commenti

Facebook ha copiato Snapchat sotto molti aspetti. Basta pensare alle Storie, che ha introdotto in tutte le sue piattaforme di proprietà (Instagram e WhatsApp), o alla versione Lite pensata per gli utenti di quei Paesi in cui la connessione Internet è lenta o altalenante. Il social network sta lavorando ad una nuova funzione e anche in questo caso ha preso ispirazione dalla rivale app di messaggistica, il cui bilancio nell’ultimo trimestre è stato decisamente negativo. Secondo quanto afferma TechCrunch, che ha analizzato il codice della versione per Android del social network, Facebook sta sviluppando una funzione che consente di realizzare un proprio avatar, ovvero un alter ego digitale. Questo potrà poi essere condiviso come se fosse un adesivo in Messenger o all’interno dei commenti ai post. Un tool molto simile chiamato Bitmoji è già disponibile su Snapchat.

Facebook, che sta testando la reazione degli utenti in merito ad una versione a pagamento del suo servizio, ha confermato di lavorare a questo progetto. L’utente potrà costruire il proprio avatar scegliendo tra varie opzioni per il colore della pelle, il taglio dei capelli e le caratteristiche del volto. Al momento ci sono però alcuni aspetti che rimangono oscuri. Ad esempio, non è chiaro se si potrà costruire la propria copia digitale partendo da zero o selezionando una base messa a disposizione preventivamente dall’azienda di Menlo Park. Facebook, che in futuro introdurrà una funzione per il dating online, potrebbe anche decidere di sfruttare l’intelligenza artificiale e il sistema di riconoscimento facciale per facilitare la realizzazione dell’avatar ma lo scandalo Cambridge Analytica potrebbe farlo desistere. Stando alle informazioni in mano a TechCrunch, la nuova funzione non dovrebbe arrivare nel breve periodo in quanto il suo sviluppo è ancora nelle fasi iniziali.

Leggi anche:  Instagram avviserà gli utenti per problemi gravi