Huawei ordina da Samsung gli schermi OLED per il suo prossimo top di gamma

Huawei pensa ad uno smartphone con 4 fotocamere e zoom 10x
Huawei lavora ad un nuovo smartphone e boccia Android One

Huawei ha ordinato da Samsung dei pannelli OLED da 6.9 pollici. Secondo gli esperti saranno montati sul Mate 20 Pro che arriverà intorno alla fine dell’anno

Huawei è diventato il terzo produttore di smartphone al mondo ma per mantenere a distanza le inseguitrici e insidiare il dominio di chi la precede non può far a meno di continuare a migliorare i suoi prodotti. Il nuovo top di gamma P20 Pro è stato il primo a integrare ben tre fotocamere posteriori e per la prossima generazione dei suoi smartphone l’azienda cinese ha pensato di lavorare sui display. Secondo quanto riporta The Bell, il colosso di Shenzhen avrebbe da poco ordinato da Samsung diversi pannelli OLED da 6,9″. La società coreana, che dovrebbe svelare il suo Galaxy Note 9 in agosto, avrebbe già inviato i primi campioni a Huawei e la produzione di massa dovrebbe partire nel terzo trimestre di quest’anno.

Oggi sappiamo che Huawei intende seguire la stessa strategia di Apple con iPhone X proponendo un display OLED ma ancora non è possibile sapere su quale smartphone verrà integrata tale tecnologia. Secondo gli esperti P30 Pro arriverà troppo presto ed è quindi impossibile che presenti tale schermo. La scelta quindi cade su Mate 20 nella versione Pro, dato l’elevato costo di produzione per i pannelli OLED. La conferma arriverebbe anche dal fatto che 6,9″ dovrebbero essere eccessivi per la versione standard dello smartphone ma non per quella “Pro”. Quel che è certo è che il dispositivo offrirà immagini più brillanti e consumi energetici ridotti rispetto ai modelli attuali. Huawei, che è nuovamente finita nel mirino del Congresso USA per i suoi rapporti con Google, dovrebbe lanciare sul mercato il nuovo dispositivo alla fine di quest’anno oppure direttamente nei primi mesi del 2019.

Leggi anche:  I prodotti ricondizionati contrastano il digital divide acuito dalla pandemia: i dati in Italia

[amazon_link asins=’B06XKJ7MN6,B00R4EI9B2,B079876N49′ template=’ProductCarousel’ store=’dmo0e-21′ marketplace=’IT’ link_id=’e8116a86-6e4e-11e8-8f3c-ef1c15383697′]