Come incrementare il business dei Psp in tempi di Covid secondo Canon

Come incrementare il business dei Psp in tempi di Covid secondo Canon

In un webinar, l’azienda ha offerto alcuni interessanti spunti tratti da una ricerca di mercato, realizzata da Canon stessa nel novero dei propri Insight Report e dedicata ai Psp Emea

Consentire agli esperti Marketing delle aziende di operare in un contesto sempre più digitale e competitivo, risollevando nel contempo le sorti dei fornitori di servizi di stampa, identificati con la sigla Psp (Print Service Provider) in un panorama particolarmente complesso, sia a causa delle pressioni competitive nel mercato della stampa digitale, sia per la pandemia da Covid-19 che ha fortemente rallentato l’economia mondiale. È questo l’obiettivo che si è data Canon Europe con l’ultimo report, presentato alla stampa nel webinar che si è appena svolto e dedicato al Professional Printing.

Creating Customer Value

Il titolo scelto da Canon per questo report è:  “Come creare valore per il cliente” ed è questo il focus principale dell’indagine, svolta tramite interviste rivolte a 235 professionisti a livello Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) operanti in Grandi aziende, Pmi e agenzie come direttori marketing e senior manager. «Tutti questi report sono stati pensati per evidenziare i cambiamenti e i trend del mercato che hanno effetti sui nostri clienti -, esordisce Matthew Faulker, Senior Marketing Manager del segmento Professional Print di Canon Europe – e per guidarli sul come rispondere e come implementare la giusta strategia». I risultati dell’indagine hanno evidenziato che il 97% di chi ha risposto realizza campagne in cui la stampa digitale ha un ruolo importante, il 47% utilizza la stampa nelle proprie campagne e il 95% affida la stampa all’esterno, in outsourcing. «Questo significa che la stampa rappresenta tuttora la linfa vitale dell’attività nel Commercial Printing, nonostante alcune percezioni negative ne ostacolino l’impiego, come la considerazione dei costi e della presunta lentezza». Per fugare questi preconcetti e rendere i Psp (fornitori di servizi di stampa) più efficaci nel convincere i propri clienti a utilizzare la stampa, Canon ha messo a disposizione strumenti e consulenza dedicati.

Leggi anche:  Il MacBook con processore ARM potrebbe arrivare a novembre
Matthew Faulker, Senior Marketing Manager del segmento Professional Print di Canon Europe

L’insoddisfazione dei clienti finali e il programma Canon Ascent

Il report Canon evidenzia alcuni punti critici soprattutto nel rapporto Psp/Clienti marketing. Nello specifico: è inferiore al 20% il numero dei Psp che riesce a soddisfare le esigenze dei clienti; l’80% degli acquirenti di servizi di stampa vuole soluzioni più creative; il 75% dei brand manager afferma di volere maggiore consulenza da parte dei Psp. « È per questo che abbiamo dato vita al Canon Ascent Programme, per offrire formazione ai Psp e ai Centri stampa aziendali, in modo che possano coadiuvare i clienti e far evolvere la propria offerta grazie ai servizi a valore», ha concluso Faulker. Grazie al Programma, i clienti Canon possono ottenere spunti e consulenza a vari livelli e per diverse funzioni aziendali, consolidando le proprie competenze attraverso interventi formativi e workshop pratici e avendo accesso ad analisi su trend e argomenti vari, anche a livello di vendite e marketing. Nel team che opera all’interno del Programma Ascent lavorano importanti professionisti sia interni che appartenenti a società esterne alla stessa Canon, che sviluppano anche interventi di mentoring e di condivisione delle conoscenze collettive.