Samsung presenta i proiettori che trasformano ogni superficie in uno schermo touch

Samsung presenta i proiettori che trasformano ogni superficie in uno schermo touch

Nuova linea di dispositivi consumer che si ispirano a quelli professionali

Per accompagnare i suoi nuovi televisori e soundbar al Ces 2024 di Las Vegas, Samsung ha annunciato nuovi proiettori per completare la gamma di home theater. L’azienda ha dunque tolto il velo a quattro nuovi modelli Premiere tra cui scegliere e, sebbene Premiere 8K e Premiere 5 siano i due più interessanti, l’intera gamma di quest’anno avrà una funzionalità chiamata Lightwarp che trasforma qualsiasi oggetto o superficie in un oggetto interattivo. Samsung afferma che questa è la prima volta che la mappatura della proiezione è disponibile al di fuori di un ambiente professionale e in dispositivi di livello consumer. Lo strumento consente di proiettare qualsiasi contenuto su ogni superficie, inclusa una dashboard personalizzabile piena di widget per orologio, meteo e altro ancora. L’azienda afferma che si potrà toccare la proiezione per interagire su divere app, ad esempio scrivere note o divertirsi con un gioco da tavolo. Non ci sono ancora dettagli disponibili, ma sappiamo che l’intera gamma di proiettori riceverà il Gaming Hub, con cui accedere a migliaia di giochi senza console. Tutti e quattro i modelli possono essere utilizzati come altoparlanti intelligenti senza dover girare lo schermo di proiezione. 

In particolare, Premiere 5 è dotato di un tasto multifunzione per un veloce cambio di modalità, connessione mobile e funzione di spegnimento. Quest’ultimo elemento mantiene attivo l’audio mentre disabilita le immagini. Non manca il mirroring del display da smartphone Samsung, toccando il dispositivo sul proiettore. In cima alla gamma si trova Premiere 8K, dalle dimensioni di un tavolino da caffè. Si tratta del primo proiettore 8K con connettività wireless tramite One Connect Box, per collegare tutti i gadget e console di streaming senza cavo, per un massimo di 10 metri. L’azienda afferma che Premiere 8K è anche il primo a combinare un’uscita da 100 watt con Dolby Atmos a 8.2.2 canali e la tecnologia Sound-on-Screen, una caratteristica che fa sembrare che l’audio provenga dall’immagine proiettata anziché dal proiettore stesso. Prezzi e disponibilità saranno comunicati nelle prossime settimane.

TI PIACE QUESTO ARTICOLO?

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato.

Leggi anche:  Aperte le iscrizioni del James Dyson Award 2024