CES 2014: Sony presenta Z1 Compact e la sua SmartWear Experience

Al CES 2014 Sony ha presentato diverse soluzioni per migliorare la qualità video (4K) e audio e uno smartphone connesso ad un braccialetto SMART

Sony si è resa protagonista del Consumer Electronic Show 2014 di Las Vegas. L’azienda giapponese, che ha già venduto più di 2 milioni di PS4 nel mondo, ha presentato alcune importanti novità dal punto di vista della qualità audio-video e nel weareable computing.

Sony punta sul 4K

Al CES 2014 Sony ha mostrato nuove soluzioni in Ultra HD tra cui Video Unlimited 4K, un catalogo di 140 film e serie TV in streaming in costante aggiornamento e in altissima definizione. L’azienda giapponese ha anche annunciato di aver raggiunto un accordo con Netflix. Per godere di contenuti in Ultra HD sono però necessari supporti adeguati e per questo Sony ha presentato anche modernissimi televisori 4K e strumenti di montaggio video come una nuova handycam in 4K. Per quanto riguarda il settore audio, Sony ha invece realizzato in collaborazione con alcune importanti etichette discografiche Hi-Res Audio, un sistema che permette di non perdere la qualità del suono a causa della compressione di file audio.

Xperia Z1 Compact e SmartWear Experience

In ambito smartphone, dopo la presentazione di Xperia Z, Sony ha tolto il velo a Xperia Z1 Compact, un nuovo smartphone top di gamma con uno schermo da 4,3 pollici. La particolarità di questo device è legata perà a SmartBand, un braccialetto hitech che collegato allo smartphone tramite l’app Lifeblog permette di svolgere diverse funzioni. Il disco di metallo Sony Core inserito nel braccialetto è in grado attraverso alcuni sensori di registrare i gusti musicali e social dell’utente oltre a monitorarne i parametri fisici. Questo è il primo esempio della nuova SmartWear Experience, in attesa della ormai famigerata parrucca SMART.

Leggi anche:  Xupermask è la mascherina con audio ANC

“Serve per ricordare il passato, sfruttare al meglio il presente e programmare il futuro”, ha sottolineato Kunimasa Suzuki, Presidente di Sony.