Motorola fiera di Moto X, lo smartphone made in USA

Motorola ha svelato la linea di produzione di Moto X della fabbrica di Flextronics e rivendica orgogliosa le origini del suo smartphone

Mentre Apple presentava i suoi nuovi iPhone 5C e iPhone 5S, suscitando un certo fastidio in alcuni concorrenti come Nokia e HTC, Motorola ha aperto alla stampa le linee di produzione della fabbrica di Flextronics dove sono prodotti i Moto X, gli smartphone proprietari di Google. Gli utenti hanno potuto visitare una parte dello stabilimento direttamente su Google Street View, il cui processo d’appello nella causa per il furto di dati dalle reti Wi-Fi libere non è andato come Big G sperava.

Moto X è made in USA

Un aspetto che Motorola ha voluto sottolineare durante la presentazione è che tutta la catena produttiva è situata negli Stati Uniti e più precisamente a Fort Worth, in Texas. Motorola ha infatti affermato con fierezza che il suo device è totalmente “made in USA”. “Ci sono 150 milioni di smartphone negli Stati Uniti. E, fino al Moto X, nessuno di questi dispositivi è stato prodotto qui”, ha scritto in un recente post Dennis Woodside, CEO di Motorola.

Una scelta strategica

Questo aspetto non ha solo fini pubblicitari ma anche strategici, in quanto la vicinanza tra proprietario e costruttore aiuta nella gestione di uno smartphone completamente assemblabile come Moto X. “Assemblare un dispositivo su misura è molto più facile quando lo si fa negli Stati Uniti”, ha affermato Woodside, poiché è più semplice modificarne il design “quando il team di progettazione è vicino al costruttore”.

Anche Apple ha dichiarato di voler riportare la produzione di Mac negli USA ma ha chiesto al Governo di ridurre le tasse.

Leggi anche:  Italiani favorevoli alla human augmentation e a una società popolata da potenziali cyborg