Il prossimo iPhone ci farà usare meno l’iPhone

Si chiama Digital Health l’iniziativa che debutterà a bordo di iOS 12 e dei prossimi melafonini, con l’obiettivo di sganciarci, almeno un po’, dalla vita digitale

Ci hanno trasformati in produttori seriali di contenuti online, offrendo videogame mobili molto vicini a quelli delle console domestiche, realizzando applicazioni e servizi che mirano ad allungare il tempo di fruizione via smartphone e poi ci dicono che tutto questo non va bene. Apple, con l’arrivo di iOS 12, darà il via a Digital Health, un’iniziativa pensata per farci usare meno l’iPhone. Questa nuova voce del menu delle impostazioni, forse un’app vera e propria, consiste in una serie di strumenti che visualizzano il tempo trascorso su alcune app, incentivando a diminuirlo, magari tramite badge e obiettivi graduali. La novità, molto simile a ciò che vedremo a bordo di Android 9 P, dovrebbe essere presentata durante la conferenza WWDC 2018, che prenderà il via tra qualche ora.

Spazio all’AR

Nella stessa sede sono attesi ulteriori aggiornamenti di iOS 12, tra cui molti riguardanti la realtà aumentata. Il focus è più che altro sulla produzione di app e giochi AR, da realizzare grazie ad ARKit 2.0, un update sostanziale del già consolidato client che ha permesso a decine di software house di pubblicare su App Store i loro lavori che sfruttano la fotocamera per integrare contenuti digitali e mondo reale.

A corredo di questo pare che la Mela proporrà anche ulteriori Animoji, una funzione secondaria dell’iPhone X ma che ha suscitato un interesse crescente da parte del pubblico nel 2017, tanto da spingere i principali rivali a studiare declinazioni particolari scaturite, ad esempio, nelle AR Emoji di Samsung e ZeniMoji di Asus. Lato hardware abbiamo poche certezze, che si concentrano su una probabile rinfrescata della linea MacBook Pro, ferma ancora al 2016.

[amazon_link asins=’B075TGMMNK,B075LXNK24,B016VQNX00,B075WNTJ6J,B01IT6LFT6′ template=’ProductCarousel’ store=’dmo0e-21′ marketplace=’IT’ link_id=’2d52f464-6800-11e8-a2e6-2d577facd511′]

Leggi anche:  Il Motorola Razr foldable costerà 1.200 dollari