Wall Street Journal lancia la bomba: “iPhone farà la fine di Walkman e Polaroid”

Il WSJ prevede che la crisi di iPhone si aggraverà

Il Wall Street Journal ritiene che iPhone possa seguire la stessa parabola del Walkman, da dispositivo di successo a prodotto finito nel dimenticatoio

Apple non sta vivendo il suo momento migliore è c’è già chi prevede che l’azienda di Cupertino non possa più essere quel faro dell’innovazione che è stata in passato. Il Wall Street Journal in uno dei suoi ultimi editoriali usa toni piuttosto catastrofici nel descrivere il futuro del colosso fondato da Steve Jobs. Il quotidiano statunitense ritiene che iPhone possa fare la fine di Walkman e Polaroid, prodotti che dopo aver ottenuto uno straordinario successo sono finiti nel dimenticatoio perché sostituiti da tecnologie diverse e più efficienti. Questa tesi sarebbe avvalorata dal fatto che lo smartphone della Mela è ormai onnipresente a livello globale e viene costantemente aggiornato con nuove funzioni ma nonostante questo la richiesta è andata calando. Apple comunque non è destinata a scomparire nel medio periodo ma potrebbe non essere più così brava a cogliere le necessità degli utenti. “Nel corso del tempo, ogni franchise muore. – ha dichiarato Nick Santhanam – Puoi innovare una stupefacente trappola per topi, ma se alla fine la gente non vuole una trappola per topi, sei fregato”.

Quella del Wall Street Journal è ovviamente una provocazione. iPhone non finirà nei musei come il Walkman perché per sua stessa natura è una piattaforma adatta ad aggiornarsi sia a livello hardware che software, al contrario del riproduttore di musica portatile che offriva una sola funzione. Il quotidiano comunque sottolinea che il crollo in Borsa di Apple, che ha perso oltre 400 milioni di euro la scorsa settimana, non è dovuto tanto alle tensioni tra Stati Uniti e Cina, inaspritesi con le ultime rivelazioni sui rapporti tra Huawei e Iran, quanto dalla concorrenza dei nuovi produttori asiatici e dalla volontà degli utenti di cambiare lo smartphone dopo periodi più lunghi rispetto al passato. Il 2019 di Apple potrebbe inoltre diventare anche peggiore a causa delle battaglie legali con Qualcomm in merito a diversi importanti brevetti. Il produttore di chip ha già ottenuto infatti il blocco di alcuni modelli di iPhone in Cina e Germania. La Mela comunque anche l’anno prossimo lancerà tre nuove versioni del suo smartphone e una di esse avrà una tripla fotocamera posteriore.

Leggi anche:  Swatch accusa Samsung: "Copia i quadranti dei nostri orologi"