Samsung Galaxy Note 20 e 20 Ultra senza più segreti

Ecco quanto potrebbero costare Galaxy Note 20 e Note 20 Ultra in Europa
Ascolta l'articolo

Spuntano online foto e video delle due versioni, ufficiali il 5 agosto

Il lancio del Galaxy Note 20 Ultra si avvicina, con l’evento Unpacked di Samsung in programma per il 5 agosto. I phablet (si, un tempo gli smartphone extralarge si chiamavano così) debutteranno insieme al Galaxy Z Flip 5G (ufficializzato ieri) e ad una nuova versione del primo pieghevole della casa, il Galaxy Fold 2, di cui si sa oggi davvero poco.

Grazie a indiscrezioni arrivate nelle ultime ore, conosciamo davvero tanto, se non tutto, di come si presentano e cosa montano sia il Note 20 Ultra che il Note 20. Solo qualche giorno fa, immagini apparentemente ufficiali erano state pubblicate prematuramente sul sito web russo di Samsung, con i render più recenti che non fanno altro che confermarle.

Due indiscrezioni fanno una prova

Il leaker attivo su Twitter Ice Universe, ha infatti condiviso una serie di foto del Galaxy Note 20 Ultra, sulla base di quanto trapelata dal noto collega Evan Blass. Secondo il primo, queste immagini sono “il più vicino possibile alla realtà” e mostrano alcune delle funzionalità che già sappiamo saranno presenti sul top di gamma. Tra queste, una piccola fotocamera frontale inscritta in un cerchio (rispetto a quella del Galaxy Note 10 ) e un schermo curvo. Blass ha invece caricato due video, uno del Galaxy Note 20 Ultra e uno del Galaxy Note 20, che evidenziano cosa cambia tra i due. Ecco una sbirciatina al modello Ultra.

Leggi anche:  Surface Laptop 3 è un portatile da 15 pollici con USB-C

E uno sguardo a 360 gradi al Galaxy Note 20 con schermo piatto, cornici minime e configurazione di fotocamere sul retro:

Come ti aspetteresti, il Note 20 Ultra sembra più premium del Note 20, che si rifletterà nel prezzo grazie alle specifiche variabili. Mancano solo un paio di settimane a Unpacked, quindi vedremo entrambi debuttare molto presto.

Le specifiche tecniche (presunte)

Andando nel profondo delle caratteristiche, al netto del fatto che nulla di tutto ciò è ufficiale, il Note 20 Ultra dovrebbe montare un display Amoled Dynamic QHD da 6,9 pollici con refresh rate massino a 120 Hz. Conterrà la solita opzione, già vista su S20 Ultra 5G, per passare alla frequenza di aggiornamento da 60 Hz e risparmiare così energia. Note Ultra sarà anche il primo smartphone al mondo ad utilizzare il Gorilla Glass 7 di Corning, che promette maggiore durevolezza senza inficiare sulla resa di colori e dettagli.

Dalla sua, il Note 20 di base, presenterà un pannello da 6,7 pollici, solo di poco inferiore a quello del fratello, e refresh di soli 60 Hz. Una differenza di fondo pare essere circa la costruzione dello schermo: piatto sul Note 20, curvo su Note 20 Ultra. Le altre specifiche interne sarebbero condivise: processore Exynos 990, 12 GB di RAM, 256 GB o 512 GB di archiviazione.

Il reparto fotografico

Cambierà, ovviamente, anche la dotazione fotografica. Per quello che vediamo, Samsung userà una versione leggermente aggiornata del suo sensore da 108 MP presente sul Galaxy S20 Ultra. Quello su Note 20 Ultra conterrà la tecnologia Dual Pixel insieme all’autofocus laser e un’apertura f/1.8, che dovrebbe alleviare i problemi rilevati proprio su S20 Ultra. La fotocamera da 108 MP sarà accompagnata da un sensore ultrawide da 12 MP, un periscopio da 12 MP che offre uno zoom ottico fino a 5x, un telefoto da 64 MP e il ToF, per catturare la profondità dell’ambiente circostante. Non mancherà uno zoom ibrido ma stavolta solo 50x e non il 100x sponsorizzato su S20 (chiamato Space Zoom). Sul Note 20 più piccolo, nessun ToF mentre gli altri chip rimarrebbero tali.

Leggi anche:  Questo potrebbe essere il Pixel 4a

La questione S Pen

Un altro importante miglioramento sarà con la S Pen, con una latenza di soli 9 ms, la stessa della Apple Pencil. Altre specifiche trapelate includono: altoparlanti stereo, una porta USB 3.2 Tipo-C, presenza del 5G, Wi-Fi 6, connettività dual-SIM, ricarica wireless e scanner di impronte digitali sotto lo schermo. Note 20 Ultra sarà alimentato da una batteria da 4.500 mAh (4.300 per il Note 20) che può essere caricata da 0% a 50% in soli 30 minuti. Sul fronte software, a far filare tutto liscio sarà Android 10 con One UI 2.

La partnership con Microsoft

Samsung utilizzerà la serie Galaxy Note 20 per promuovere la sua partnership con Microsoft. Dettagli recenti suggeriscono che soprattutto il modello Ultra sarà ottimizzato per il servizio di cloud gaming Project xCloud, che consente di giocare a vari titoli senza possedere una console, da qualsiasi luogo e con un gamepad Bluetooth compatibile. Avrà anche accesso a oltre 90 giochi di Xbox Game Pass.