Ecco il primo sguardo all’autostrada sotterranea di Elon Musk

boring company elon musk

Elon Musk ha pubblicato su Twitter la prima immagine del suo progetto di una rete autostradale interrata per sconfiggere il traffico nelle grandi metropoli

Qualche tempo fa il CEO di Tesla, Elon Musk, ha annunciato un nuovo progetto pensato per liberare le città dagli ingorghi stradali. Per questo ha fondato una nuova società chiamata curiosamente Boring Company che ha il compito di costruire una sorta di rete autostradale sotterranea. Oggi Musk ha diffuso su Twitter la prima immagine di uno di questi tunnel scavato a Los Angeles.

Il tunnel scorre parallelo all’Interstatale 405 fino all’incrocio con l’autostrada 101 e verrà dotato di montacarichi per permettere alle vetture di accedervi e spostarsi poi ad altissima velocità. A circa ogni miglio saranno poi costruite delle rampe di uscita che consentiranno agli automobilisti di immettersi nuovamente sulla rete stradale classica come mostrato in questo video.

[ot-video type=”youtube” url=”u5V_VzRrSBI”]

Musk ha poi diffuso altre informazioni su Boring Company rispondendo su Instagram agli utenti. Il progetto, ha scritto il patron di Tesla, “funzionerà come una superstrada veloce, dove i carrelli elettrici saranno in grado di trasportare veicoli e le persone viaggeranno in capsule sull’arteria principale con una velocità che raggiunge fino alle 150 miglia orarie, mentre i carrelli utilizzeranno tunnel laterali per uscire”.

Il tunnel di Los Angeles ha attualmente una lunghezza di 150 metri ma secondo le previsioni di Musk, che si prepara a costruire una fabbrica per vetture elettriche anche in Cina, entro qualche mese arriverà a quasi 4 Km e verrà concluso entro un anno. Boreing Company ha poi ricevuto dallo stato del Maryland il premesso di scavare un tunnel della lunghezza di 10 miglia tra i confini di Baltimora e la Route 175. L’obiettivo è collegare la città con Washington con un tunnel di circa 35 miglia. Questo progetto sembra però legato più al treno iperveloce Hyperloop.

Leggi anche:  Mechinno potenzia la sua divisione di Prototyping e Additive Manufacturing