Le AI di Microsoft e Alibaba leggono meglio dell’uomo

L’era dell’intelligenza artificiale. Presente e futuro senza precedenti

Le intelligenze artificiali di Microsoft e Alibaba hanno battuto l’uomo in un test di lettura e comprensione dimostrando i passi avanti fatti nel machine learning

Oggi tutte le grandi aziende del settore hitech lavorano a una propria versione di intelligenza artificiale per gli usi più disparati. C’è chi la utilizza per aiutare gli utenti nelle loro necessità quotidiane, chi la sfrutta per gestire i complessi sistemi di guida delle self driving car e altri ancora la applicano all’analisi di big data. Alibaba e Microsoft, che ha deciso di formare in casa gli esperti in questo campo, stanno cercando di accelerare lo sviluppo dell’AI e non c’è modo migliore per farlo che mettere in competizione le macchine con l’uomo. La dimostrazione arriva dagli incredibili risultati ottenuti da AlphaGo di Deepmind (ma di proprietà di Google), che ora non solo è in grado di imparare da zero senza l’aiuto dell’uomo ma è diventato un campione di scacchi dopo aver compreso le regole appena poche ore prima di mettersi in gioco.

Le tecnologie di Microsoft e Alibaba, che è pronta ad investire ben 13 miliardi di dollari nel campo delle AI, si sono cimentate con il test di lettura e comprensione SQuAD realizzato dall’Università di Stanford. Il quiz si compone da 100mila domande relative a 500 articoli di Wikipedia. Il 3 gennaio scorso l’intelligenza artificiale dell’azienda cinese ha ottenuto un punteggio di 82.440 contro quello di 82.304 ottenuto da un team di persone in carne e ossa. Due giorni dopo la soluzione di Microsoft ha superato entrambe con un punteggio di 82.650. Bisogna sottolineare che questo risultato non significa che le macchine siano più intelligenti dell’uomo ma semplicemente che i sistemi di apprendimento automatico e machine learning possono gestire un maggior numero di informazioni per fornire risposte sempre più precise in meno tempo.

Leggi anche:  Naturgy e Minsait premiati da enerTIC per la soluzione “verde” per prevenire gli incendi attraverso la visione artificiale

“Questo tipo di tecnologia potrà essere applicata gradualmente a numerosi ambiti come per i servizi ai clienti, le guide dei musei e per le risposte online relative a richieste mediche dei pazienti riducendo drasticamente la necessita dell’intervento umano”, ha sottolineato Luo Si, Chief Scientist per il Natural Language Processing di Alibaba.