Huawei, il suo assistente personale sarà come un amico

Huawei pensa ad uno smartphone con 4 fotocamere e zoom 10x
Huawei lavora ad un nuovo smartphone e boccia Android One

Huawei assicura che il suo assistente personale non solo sarà intelligente ma avrà un approccio decisamente più emotivo nei confronti degli utenti rispetto alla concorrenza

Oggi gli assistenti virtuali sono uno dei fattori che possono determinare la scelta degli utenti verso uno smartphone piuttosto che un altro. Siri ha fatto la fortuna di Apple mentre Google e Amazon stanno conquistando il mercato della smart home grazie a Google Assistant e Alexa. I produttori cinesi non possono fare a meno di sviluppare una propria intelligenza artificiale per poter competere ad alti livelli. Xiaomi si prepara quindi al lancio di Xiao AI mentre Huawei continua lo sviluppo di HiAssistant. Il terzo produttore di smartphone al mondo non solo ha confermato che il software debutterà finalmente al di fuori della Cina ma soprattutto avrà una caratteristica che lo distinguerà nettamente dalla concorrenza.

Felix Zhang, vicepresidente per il Software Engineering di Huawei, ha dichiarato in una intervista alla CNBC che l’AI sarà in grado di fornire “interazioni emotive” e quindi permetterà all’utente di avere un rapporto quasi empatico con il proprio smartphone. “Vogliamo fornire interazioni emotive, pensiamo che, in futuro, tutti i nostri utenti finali desiderino di poter interagire con il sistema in modalità emotiva, questa è la direzione che vediamo nel lungo periodo”, ha detto il manager. Per questo progetto gli ingegneri dell’azienda cinese si sarebbero ispirati al film “Her” (Lei) del 2013, che racconta del rapporto molto stretto tra uomo e un sistema operativo dotato di intelligenza artificiale che ha la voce dell’attrice Scarlett Johansson. HiAssistant avrà un quoziente intellettivo superiore alle soluzioni attuali a cui sarà associato un quoziente emotivo (EQ) per migliorare l’interazione con l’assistente. Zhang inoltre ritiene che in futuro si interagirà con lo smartphone e le sue funzioni principali senza la necessità di un contatto diretto ma solo tramite comandi vocali.

Leggi anche:  Kyocera Document Solutions entra a far parte della "Responsible Business Alliance"