La Apple Car esiste ed è rimasta coinvolta in un incidente

Apple Car

Una delle automobili a guida autonoma dotate dai sistemi sviluppati di Apple è rimasta coinvolta in un incidente senza conseguenze per le persone coinvolte

Da tempo si parla di Project Titan, ovvero la misteriosa auto a guida autonoma progettata da Apple. La Mela attraverso il suo CEO Tim Cook ha confermato di star lavorando a questo prodotto ma fino ad oggi in pochi hanno potuto effettivamente vederlo dal vivo. Il progetto coinvolge circa 5mila persone e attualmente, almeno stando ai permessi ottenuti dal colosso di Cupertino per testare sulle strade della California i suoi sistemi, sarebbero già in circolazione almeno 60 vetture. Oggi si scopre che una di queste auto è stata coinvolta in un tamponamento nella Silicon Valley.

L’incidente è avvenuto il 24 agosto scorso e ha visto protagonista una Lexus RX 450h dotata degli apparati per self driving car di Apple, che il 12 settembre svelerà i nuovi modelli di iPhone. Quest’ultima è stata tamponata da una Nissan Leaf ma fortunatamente non ci sono state conseguenze per il guidatore e il personale della Mela addetto al test. La multinazionale di Cupertino all’inizio pensava di costruire da sé una vettura vera e propria ma nel corso del tempo ha virato verso la realizzazione dei soli sistemi per la guida autonoma come LIDAR, telecamere e sensori. Nei scorsi giorni sono apparsi in Rete alcuni brevetti della Mela in cui vengono descritte alcune funzioni di queste autonomous car. Si parla di un tetto apribile in grado di adattarsi a diversi design e di un sedile in grado di inviare segnalazioni aptiche, messaggi, avvisi e notifiche. Il sedile progettato da Apple, che ha sostituito la tastiera dei Macbook per correggere diversi difetti riscontrati dagli utenti, potrebbe ad esempio vibrare ogni volta che la vettura supera la linea di mezzeria.

Leggi anche:  La tecnologia, il miglior alleato per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell'ONU