Motorola Razr si è rotto dopo 27mila pieghe

Motorola Razr si è rotto dopo 27mila pieghe

Nei test di resistenza, il Motorola Razr non è andato oltre, piegato incessantemente da una macchina chiamata Foldbot e realizzata da SquareTrade

Visto che i telefoni pieghevoli sono tutt’altro che comuni, molti potenziali acquirenti vogliono sapere quanto effettivamente può durare il meccanismo di apertura e chiusura, prima di dare notevoli problemi di utilizzo. Per questo, Cnet ha messo alla prova il nuovo Motorola Razr piegandolo ripetutamente per migliaia di volte, utilizzando una macchina chiamata Foldbot e realizzata da SquareTrade. Il risultato? La cerniera ha iniziato a comportarsi in modo traballante da circa 27.000 volte. Se uno studio del 2017 ha scoperto che gli americani controllano i loro telefoni 80 volte al giorno, ciò significa che il Razr potrebbe iniziare a mostrare problemi entro un anno.

Motorola Razr: fidarsi o meno?

L’anno scorso, Cnet aveva condotto lo stesso test sul Samsung Galaxy Fold, che è durato per 14 ore (119.380 pieghe) sotto le grinfie della macchina. Il Foldbot è stato effettivamente progettato per testare il dispositivo Samsung, ma la pubblicazione lo ha modificato per il Razr, con l’obiettivo di raggiungere le 100.000 volte.

Tuttavia, i tecnici del sito hanno dovuto interrompere i test quando la cerniera ha iniziato a emettere rumori e a mostrare meno resistenza dopo quasi quattro ore. Da chiusa, tendeva anche ad andare fuori allineamento. Detto questo, lo schermo del Razr funzionava ancora perfettamente anche dopo il cedimento parziale del meccanismo della cerniera. Di contro, il display del Galaxy Fold si è rotto alla fine del test, anche se durando per più ore rispetto al concorrente di Motorola. Qui sotto il video dell’esperimento.

Leggi anche:  La data di lancio del Huawei P50 è il 29 luglio