Gli astronauti coltivano da sé frutta e verdura con VEGGIE

La NASA ha iniziato il progetto VEGGIE per poter coltivare frutta e verdura a gravità ridotta a scopo alimentare

La NASA sta sperimentando nuovi metodi per migliorare la vita nello spazio degli astronauti, il cui cuore cambia di forma a causa della bassa gravità. Dopo il chirurgo robobotico Robonuat, l’agenzia spaziale USA ha inviato verso la Stazione Spaziale Internazionale il modulo SpaceX Dragon contenente il programma VEGGIE. L’obiettivo del progetto è avviare una coltivazione di verdure sulla Iss per nutrire gli astronauti.

VEGGIE, verdura nello spazio

Attualmente VEGGIE permette di coltivare con un minimo dispendio di energia lattuga romana a foglia rossa a scopo alimentare e non per la ricerca. Per avere i primi prodotti saranno necessari 28 giorni. “VEGGIE – affermano da Huston – potrebbe essere usato per produrre anche altre specie vegetali a crescita rapida come ravanelli e cavoli cinesi. Mentre pomodori, pere e fagioli hanno bisogno di più tempo”.

In futuro questa tecnologia potrà essere utilizzata sulle colonie lunari o marziane. A proposito del Pianeta Rosso, la NASA ha scoperto che il misterioso bagliore che si pensava potesse essere di origine aliena era solo un riflesso della luce sull’obiettivo di Curiosity.

Leggi anche:  Padova Cardiochirurgia Pediatrica applica la realtà virtuale nelle cardiopatie congenite