Google Glass: con uno sguardo ti diranno cosa provi

Emotient ha creato “Sentiment Analysis Glassware”, un tool per i Google Glass che permette di riconoscere le emozioni attraverso l’analisi facciale

Nella serie TV “Lie to Me” il protagonista interpretato dall’attore Tim Roth era in grado di capire se qualcuno stava mentendo semplicemente guardandolo in faccia. Ora con “Sentiment Analysis Glassware”, un nuovo tool per Google Glass ideato da Emotient, sarà possibile fare lo stesso. Grazie agli occhiali SMART di Big G, con cui si potrà anche giocare, sarà possibile analizzare le espressioni facciali e comprendere lo stato d’animo del proprio interlocutore.

Sentiment Analysis Glassware

“Sentiment Analysis Glassware” è stata pensata per permettere ai commercianti di comprendere il livello di soddisfazione dei propri clienti ma le sue applicazioni sono numerosissime. Grazie al glasswear sarà possibile conoscere i veri sentimenti del proprio partner oppure potrebbero essere utilizzati dalla polizia, che a New York già sfrutta i device di Google, durante gli interrogatori. Il rilascio del tool entro la fine dell’anno sarà sicuramente seguito da una scia di polemiche sulla privacy come quelle che hanno accompagnato NameTag, un’app per il riconoscimento facciale, e Sex with Glass, un software che permette di girare filmini amatoriali hard con gli occhiali di Google e di condividerli in Rete. 

Leggi anche:  Le tre priorità per una sostenibilità in chiave digitale secondo Minsait