Apple non vuole acquisire Netflix ma superarla

Apple non vuole acquisire Netflix ma superarla
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Apple assume due ex dirigenti di Sony Picture Television per gestire i suoi film e serie TV originali

Mentre le grandi aziende dell’intrattenimento online sono alla prese con la lotta alla pirateria, che ha portato alla nascita di un’apposita organizzazione chiamata Alliance for Creativity and Entertainment, Apple investe nelle sue produzioni originali con nuove assunzioni di primo piano. La Mela non si limiterà a proporre la propria versione di Carpool Karaoke o il reality Planet of the Apps ma si dedicherà anche a serie e film TV. Nei mesi scorsi si è molto parlato della possibilità che Apple volesse acquisire Netflix ma a quanto pare il vero obiettivo dell’azienda di Cupertino è quello di scipparle il trono del settore streaming.

Questo venerdì Apple ha annunciato l’assunzione di Jamie Erlicht e Zack Van Amburg per gestire la divisione specializzata nelle produzioni televisive. I due manager riporteranno direttamente a Eddy Cue, Vice President of Internet Software & Services, e dal 2005 a oggi hanno ricoperto il ruolo di presidenti per Sony Pictures Television. Questa particolare divisione del colosso giapponese ha realizzato diverse serie TV pluripremiate per Amazon, Hulu e Netflix come “Breaking Bad” o “The Shield”.

Erlicht ha dichiarato di voler realizzare per Apple contenuti di “impareggiabile qualità” mentre Cue ha confermato “emozionanti novità per i nostri clienti”. Ancora non è stata annunciata la data ufficiale del lancio della piattaforma di streaming televisivo ma è probabile che per accedervi sarà necessario un abbonamento ad Apple Music.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Categorie: Web