Facebook testa i gruppi accessibili su abbonamento

Facebook testa i gruppi accessibili su abbonamento
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Facebook ha avviato un test che permettere agli amministratori dei gruppi di richiedere la sottoscrizione di un abbonamento mensile per accedere a contenuti esclusivi

Facebook ha trovato un nuovo modo per offrire allo stesso tempo contenuti migliori ai suoi utenti e spingere i ricavi per gli amministratori dei gruppi e se stesso. Il social network, che ha assunto giornalisti per un canale di news sulla piattaforma Watch, ha avviato un test per consentire a questi soggetti di richiedere una sottoscrizione mensile a pagamento ai loro iscritti. Il gruppo rimarrà nel formato attuale quindi solo una sezione sarà effettivamente esclusiva. Per garantire la massima trasparenza gli utenti dell’azienda di Menlo Park, che ha ufficialmente introdotto la pubblicità su Messenger, sapranno fin da subito a quali contenuti potranno accedere grazie all’abbonamento. Si parla ad esempio di tutorial e aiuti personalizzati. Il progetto al momento riguarda solo tre gruppi: Declutter My Home, Grown and Flown Parents: College Admissions and Affordability e Meal Planning Central Premium.

Facebook per questo esperimento ha pensato ad un prezzo variabile tra 4,99 e 29,99 dollari. Tutte le transazioni saranno gestite tramite i sistemi di sottoscrizione previsti da App Store e Google Play Store. Nella prima fase del test il social network non tratterrà per sé nessuna percentuale sul ricavato e i guadagni saranno quindi così divisi: 70% agli amministratori dei gruppi, che sono ora responsabili di come vengono trattati i dati dei loro iscritti, e il 30% a Google ed Apple. Agli abbonati verrà addebitato in anticipo il primo mese in modo da evitare abusi ma i contenuti a pagamento rimarranno comunque disponibili fino alla fine dei 30 giorni anche se il rinnovo venisse annullato.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Categorie: Web