Luca Parmitano: prima della passeggiata spaziale parlerà con i bambini

24 ore prima di effettuare la EVA che lo farà entrare nella Storia, Parmitano parlerà via radio con i bambini dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma

Tra una foto alla sua Sicilia e qualche nota strimpellata con la chitarra, l’astronauta italiano a bordo della Stazione Spaziale Internazionale Luca Parmitano si prepara ad effettuare la sua prima EVA (Extra Vehicle Activity). Mercoledì 10 luglio, a 24 ore dalla sua storica passeggiata spaziale, il militare siciliano risponderà alle domande dei bambini ricoverati all’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Una chiamata “da chi vede le stelle”

Alle 14:36 del prossimo mercoledì i bambini dell’ospedale romano potranno parlare via radio con Parmitano e trovare risposta alle proprie curiosità da “chi vede le stelle”, come loro stessi lo hanno definito. In precedenza i piccoli malati avevano inviato all’astronauta pensierini, lettere e disegni attraverso i social network. La chiamata è resa possibile dal lavoro dei radioamatori volontari dell’Ariss (Amateur radio on international space station), incaricati dall’Asi e dalle altre agenzie di gestire le comunicazioni amatoriali degli astronauti. Parmitano aveva già comunicato con la Terra con una conferenza stampa tramite inflight call a pochi giorni dal suo arrivo nello Spazio.

Una passeggiata storica

Dopo la chiacchierata con i bambini Parmitano effettuerà la prima passeggiata al di fuori della Iss. Nessun italiano prima di lui ha mai effettuato una simile operazione. L’astronauta, ribattezzato per l’occasione Luke Skywalker, effettuerà alcuni esperimenti e preparerà l’attracco del cargo ATV 4 Albert Einstein. La passeggiata durerà 8 ore e la parte effettuata tra le 14 e le 17 sarà visibile in streaming sul sito dell’Asi.

Leggi anche:  Il seggiolino salva-bebè diventa obbligatorio. Samsung presenta Bebècare