Il futuro dell’IT è nell’Internet of Things

In futuro L’Internet of Things sarà il mercato in maggiore crescita nel settore IT. I device connessi sono già molto apprezza dagli utenti

Il futuro dell’IT è nell’Internet of Things (IoT). Fortinet ha chiesto a 1.800 persone di 11 Paesi diversi cosa ne pensassero degli oggetti connessi. L’84% dei cinesi è convinto che questa tecnologia si diffonderà a macchia d’olio nei prossimi 5 anni mentre gli italiani ripongono meno fiducia nei confronti dell’IoT (55%). In generale comunque il 40% degli intervistati è disposto a spendere qualcosa in più pur di aver dispositivi SMART che interagiscono fra loro per migliorare la propria vita quotidiana e lavorativa.

L’unica vera preoccupazioni è il lato sicurezza. Il 70% del campione ritiene l’Internet of Things ancora fin troppo vulnerabile.

Internet of Things: 26 miliardi di device connessi nel 2020

Secondo Gartner il mercato IT sta attualmente sperimentando una crisi di prezzo da cui sarà proprio l’Internet of Things a farlo uscire. Entro il 2020 ci saranno ben 26 miliardi di dispositivi connessi e questi apparterranno ai campi più disparati:  edilizia, industria manifatturiera, SMART City, trasporti, domotica, shopping e sanità. Non è quindi un caso che alcune delle aziende hitech più importanti del mondo abbiano fondato la All Seen Alliance, una fondazione il cui compito è stabilire uno standard comune di comunicazione fra i dispositivi connessi.

Leggi anche:  È tempo che il B2B comprenda i vantaggi dell’e-commerce omnicanale