Huawei conferma: “Abbiamo pensato al notch 3 anni prima di Apple”

iphone x huawei

Huawei afferma di aver pensato di introdurre il notch sui propri prodotti con 3 anni di anticipo rispetto ad Apple. L’idea fu abbandonata per paura della reazione del pubblico

Oggi quasi tutti i produttori, anche nel mondo Android, si preparano al lancio di uno smartphone dotato di notch, ovvero quella piccola linguetta nella parte frontale del dispositivo in cui vengono inseriti una nuova generazione di sensori. Alcune aziende addirittura intendono inserirne più di uno nei loro prodotti. La prima a pensare a questa soluzione è stata Essential ma è con iPhone X che il notch è diventato un must in ambito mobile. Curiosamente la Mela avrebbe già deciso di abbandonare questa scelta di design proprio ora che è così popolare mentre Huawei afferma che l’azienda di Cupertino non è stata poi così innovativa su questo frangente.

Il numero uno della divisione mobile del produttore cinese, Li Changzhu, ha dichiarato in una intervista a Forbes che la sua società aveva già pensato di adottare il notch da oltre 3 anni. L’idea era però stata abbandonata per la paura che il pubblico non fosse pronto a tale innovazione nel design. “I consumatori, specialmente in Cina, apprezzano la simmetria, ed elementi come il notch non sono considerati perfetti e regolari nella cultura cinese”, ha spiegato il manager di Huawei. “L’adozione del notch da parte di Apple è stata coraggiosa. – ha continuato Li – Noi abbiamo preferito un approccio cauto, perdendo l’opportunità di rivelarci pionieri in un nuovo tipo di design”. Il manager ha confermato che in futuro Huawei sarà “sempre più audace” e adotterà scelte stilistiche ancora più ardite. L’introduzione di una tripla fotocamera su Huawei P20 Pro, tecnologia che in futuro potrebbe adottare anche Apple, è il primo passo in tal senso.

Leggi anche:  Vertiv presenta due sistemi di distribuzione dell'alimentazione per semplificare la gestione e la scalabilità del data center