Google domina il mercato smart speaker, Amazon perde terreno

google assistant google home

Google Home ha una quota di mercato globale del 36,2% contro il 27,7% dei prodotti della linea Echo di Amazon. In totale il settore è cresciuto nel Q1 2018 del 210%

Gli smart speaker sono un prodotto relativamente nuovo sul mercato ma sono già diventati di grande interesse per gli utenti in tutto il mondo. Non a caso secondo i dati forniti da Canalys si parla del settore con la crescita più veloce nel campo della tecnologia. Nel primo trimestre di quest’anno le consegne di altoparlanti sono aumentate del 210% raggiungendo 9 milioni di unità. Gli Stati Uniti si confermano il Paese più interessato a questa tipologia di prodotti con 4,1 milioni di smart speaker acquistati seguiti da Cina (1,8 milioni) e Corea del Sud (730mila). Gli utenti americani apprezzano soprattutto le soluzioni di Google, Amazon ed Apple, che al momento fatica a competere con i rivali. In Oriente invece vanno per la maggiore i dispositivi di Alibaba, Xiaomi e Nugu.

Google Home, che a breve subirà un profondo aggiornamento come si è visto durante la conferenza I/O 2018, nel Q1 di quest’anno ha registrato una crescita su base annua addirittura del 483%. La sua quota di mercato in appena 12 mesi passa dal 19,3 al 36,2% a livello globale. Amazon, che intende vendere la sua tecnologia per il riconoscimento vocale alle forze dell’ordine, perde invece molto terreno nei confronti di Big G. La crescita su base annua della linea Echo è di appena dell’8% e il suo market share crolla vertiginosamente dal 79,6 al 27,7%. Alibaba si conferma al terzo posto (11,8%) davanti a Xiaomi (7%), che nel frattempo sta seriamente incalzando Apple nel campo del wearable.

Leggi anche:  Il Galaxy S22 Ultra si chiamerà S22 Note

Amazon Echo ha avuto un ulteriore problema in questi giorni. Negli Stati Uniti l’assistente vocale Alexa ha involontariamente registrato una conversazione tra due utenti e le ha inviate per errore a uno dei loro conoscenti. Il colosso dell’e-commerce ha sottolineato che si tratta di un errore più unico che raro.

[amazon_link asins=’B07C21X63R,B06XH96736,B00FSCNODU’ template=’ProductCarousel’ store=’dmo0e-21′ marketplace=’IT’ link_id=’d8313266-6356-11e8-abd5-a7560edc1b1c’]