I profili delle società Followers 2013

Followers che sono già leaders

Mentre la vecchia IT è in caduta libera, le aziende che adottano nuovi modelli di business, puntando su flessibilità, internazionalizzazione e valorizzazione del brand resistono ai colpi della crisi e ottengono risultati positivi. Scopriamo chi sono, come hanno rafforzato l’offerta per intercettare le nuove tendenze e qual è la loro visione del mercato

di Giuseppe Mariggiò

In Italia, secondo IDC, l’onda lunga della crisi mantiene i suoi effetti negativi sul mercato. Anche se la tendenza al ribasso del mercato ICT italiano resta una costante, esiste un gruppo di aziende innovative che continuano a crescere in termini di fatturato e di market share. La Classifica Followers mette in fila (tra la 101esima e la 130esima posizione) le principali trenta imprese attive sul mercato italiano focalizzato sul software e sui servizi IT, classificate in base ai risultati derivanti dalle vendite e prestazioni realizzate in Italia nel corso del 2012. La valutazione quantitativa del fatturato è un indice chiave della performance, che – però – non deve essere mai separato dal contesto. «Il settore del software e dei servizi IT sta attraversando un processo di consolidamento di alcuni operatori che in molte situazioni si può tradurre anche in trasformazioni dolorose dal punto di vista organizzativo». Nondimeno, il livello di competizione del mercato è in aumento, gli operatori diventano più efficienti e – secondo Giancarlo Vercellino, IT Research & Consulting manager di IDC Italia – «la febbre indotta dalla crisi si sta trasformando in un fattore che accelera il rinnovamento del settore». Se in altri paesi europei, l’ICT costituisce la chiave strategica della ripresa, in Italia – però – il ritardo accumulato negli anni e il peso delle riforme mancate ne ostacolano l’adozione e la crescita.

Per crescere ed essere competitivi bisognerebbe fare spazio a chi sa fare, perché al di là delle posizioni in classifica ci sono imprese che non “inseguono”, ma di fatto corrono avanti agli altri, proponendo non solo una visione nuova del mercato del software e dei servizi IT, ma anche un modo differente di essere impresa.

Più innovazione e talento per la crescita

Competenza, metodologia, tecnologia, innovazione: sono le quattro parole che hanno permesso a Sanmarco Informatica (www.sanmarcoinformatica.it) di cambiare il modo di porsi nel mercato, utilizzando il web come uno strumento propulsore dell’intero business. Non è un caso se al primo posto della Cassifica Followers 2013 troviamo la software house vicentina con oltre 25 anni di attività, specializzata nello sviluppo di applicazioni gestionali per aziende manifatturiere e partner IBM Italia con 300 dipendenti e collaboratori.

All’inizio del 2013, Sanmarco Informatica, proprio per intercettare le nuove tendenze e cogliere le nuove opportunità di business, ha lanciato 4words (www.4words.it), la digital agency con l’obiettivo di fornire servizi digitali innovativi per il B2B e il B2C grazie a un mix propositivo di competenze tecnologiche e di comunicazione a servizio delle PMI. Per Attilio Salvaro, sales director e responsabile strategico di 4words, la competitività e la crescita si conquistano con il lavoro rigoroso, le idee innovative e il talento delle persone. Bisogna avere la capacità di tenere insieme tutti i pezzi dell’offerta: «Le richieste dei clienti cambiano molto più velocemente rispetto alla capacità degli sviluppatori di anticipare le richieste di mercato. Le nuove tecnologie – tablet, smartphone, cloud e big data – e l’utilizzo diffuso del web a supporto dei processi aziendali stanno aprendo nuovi scenari, che spesso colgono impreparati gli interlocutori tradizionali di soluzioni tecniche e applicative». Il mercato mondiale sta cambiando profondamente e velocemente. «La chiave per mantenere una certa leadership nella proposizione di software e servizi IT è aver già capito da tempo che bisogna avere l’attitudine al cambiamento e alla innovazione. Capirlo ora è già tardi» – avverte Attilio Salvaro. «Utenti privati, piccole e medie imprese, pubblica amministrazione stanno pian piano compiendo un processo di alfabetizzazione digitale. Questa evoluzione avrà bisogno di esperti di sicurezza, di affidabilità, di connettività, di web, di app. In un mondo così aperto alla comunicazione e sempre connesso, il settore IT sarà chiamato a dare risposte nuove. In questo momento di transizione tra vecchia e nuova IT, si possono creare i presupposti per la crescita delle imprese e la ripresa del mercato».

Dimensione e organizzazione

Mettiamo fine alla favola del “piccolo è bello”. Innovare significa avere il coraggio di cambiare strada. I fattori che impongono di ripensare il modo di fare impresa sono molti: innovazione, internazionalizzazione, valorizzazione del brand. Ma il new deal delle società ICT comincia dal cambiamento del modello di business. Infatti, a metà della Cassifica Followers 2013, troviamo EOS Solutions (www.eos-solutions.it), il gruppo che nell’arco di dieci anni ha saputo crescere puntando su qualità e specializzazione dell’offerta. Fondato a Bolzano nel 2000, il Gruppo EOS è in questo momento una struttura composta da oltre 150 professionisti distribuiti fra il quartier generale di Agrate (Milano) e le sedi di Bolzano, Padova, Udine, Verona, Bologna, Torino e Perugia. Per EOS Solutions, il 2013 si sta confermando un anno ricco di soddisfazioni. Primo Partner Microsoft in Italia per le soluzioni Microsoft Dynamics, EOS Solutions punta su un modello di business flessibile e capace al tempo stesso di valorizzare il capitale umano. Secondo Ezio Alboni, presidente di EOS Solutions, «il mercato IT non premia più le piccole realtà frammentate, bensì le organizzazioni più strutturate, che hanno saputo crescere senza rinunciare alla flessibilità e alla valorizzazione del proprio capitale umano». Non solo. «Noi di EOS guardiamo al futuro con fiducia perché stiamo crescendo sia come organico sia come competenze, grazie anche a un modello di partnership commerciali e tecniche con forti valenze territoriali e perché abbiamo abbracciato – già da tempo – la filosofia del “grande è meglio” e siamo ben attrezzati per competere con successo in questo scenario».
Ma per reggere la concorrenza globale come si rafforza l’offerta? Ezio Alboni per rispondere usa due concetti chiave: vicinanza territoriale e verticalizzazione. «La nostra presenza capillare sul territorio ci consente di seguire da vicino i nostri clienti, accompagnandoli nel processo di innovazione digitale. La focalizzazione su settori verticali specifici è un nostro fattore differenziante sul mercato, che unito alle competenze delle nostre persone ci ha reso il Partner Microsoft Dynamics numero uno in Italia. Il rafforzamento della nostra offerta passa attraverso una maggiore copertura territoriale e l’acquisizione di competenze su nuovi settori industriali strategici. Il prossimo futuro ci vedrà sempre più protagonisti sul fronte cloud, con un nuovo paradigma di offerta che prevede pacchetti di servizi ripetibili, con offerte standard in grado di consentire anche ai clienti più piccoli di essere operativi in brevissimo tempo e a costi favorevoli». 

Posizionamento e strategia

Il segmento della sicurezza informatica avrà un ruolo sempre più trasversale all’interno del mercato ICT sia dal lato del software sia dei servizi. Conoscere e prevenire le nuove minacce informatiche sarà l’obiettivo principale dei maggiori operatori del settore, che dovranno rivedere le loro strategie commerciali, strutturando meglio l’offerta e segmentando in modo nuovo i target di riferimento.

Kaspersky Lab (www.kaspersky.com/it) è tra le prime società (e quindi tutt’altro che follower) ad avere messo in pratica un approccio più strutturato al mercato software e servizi sul fronte della cyber security.

Durante i cinque anni di permanenza in Italia, l’azienda ha rilevato un vertiginoso aumento delle minacce informatiche. Solo nel 2012, i Labs hanno evidenziato circa 40mila varianti di malware con la necessità di sviluppare prodotti che sappiano tenere il passo con le recenti minacce a livello globale. Da sempre indirizzato al cliente finale, Kaspersky ha inaugurato una nuova fase di espansione nei segmenti B2B per strutturare l’offerta in maniera più specifica ed efficace. «Kaspersky Lab produce, sviluppa e commercializza soluzioni per la sicurezza e in questo tipo di classifica siamo diversi dagli altri perché siamo un passo avanti rispetto all’industria dei devices. In Italia, come in Russia, Kaspersky Lab ha sperimentato le complessità delle nuove sfide tecnologiche, necessarie per rinnovare strutture e mercati. Oltre alle soluzioni software, ciò che farà la differenza sarà la capacità di vendere informazioni e dati di previsione sulle minacce future alle infrastrutture critiche» – spiega Aldo del Bo’, managing director di Kaspersky Lab Italia. «Dall’ingresso nel mercato italiano nel 2008, l’azienda è cresciuta a ritmi consistenti e – oggi – possiamo dire di aver raggiunto un ottimo posizionamento sia nel segmento consumer sia in quello business. La strategia di marketing si è rivelata efficace, così come la gestione del canale, mentre la nostra brand awareness continua a crescere anno dopo anno». Adesso – però – è necessario portare all’interno di questa strategia un nuovo approccio al mercato: «Non scatole sugli scaffali – continua Aldo del Bo’ – ma un’offerta integrata di software e servizi in grado di puntare su large enterprise, infrastrutture critiche e very small business. Proprio per raggiungere le imprese con meno di 25 postazioni, abbiamo appena concluso una partnership con Confcommercio. La rifocalizzazione sul business ha anche un carattere verticale, sull’onda dei buoni risultati registrati nel finance e nel fashion, per i quali stiamo lavorando a nuove feature».

Ezio Alboni CEO Eos

118° EOS SOLUTIONS

 

Il Gruppo EOS Solutions, fondato a Bolzano nel 2000, è – oggi – una struttura composta da oltre 150 professionisti distribuiti su otto sedi (Bolzano, Milano, Padova, Perugia, Torino, Udine, Verona e Innsbruck). Gold partner Microsoft dal 2000, EOS è oggi il partner numero uno di Microsoft in Italia, nell’ambito delle soluzioni gestionali Microsoft Dynamics (NAV, AX, CRM), grazie all’elevato numero di implementazioni e alle competenze professionali, che compongono il suo team di lavoro. I cardini dell’azienda sono le forti competenze tecnologiche e di processo e l’alto livello di specializzazione, e le verticalizzazioni di prodotto mirate a coprire le esigenze di diverse aree critiche in molteplici segmenti d’industria, con focus particolare su Discrete Manufacturing, Engineering, Industrial Equipment, Automotive, Aerospace & Defense, Food & Beverage e Professional Services. Il cuore di EOS sono le sue persone, capaci di mettere a frutto le competenze individuali condividendone le potenzialità in un team di lavoro affiatato, creando sinergia fra i diversi patrimoni di conoscenze e professionalità, per accompagnare i clienti verso il consolidamento del loro successo.

EOS spa – Via G.Di Vittorio, 23 – 39100 Bolzano –  Tel. 0471 319650  Fax 0471 319699 – Nr. Verde 800 046 126 – email: info@eos-solutions.itwww.eos-solutions.it

Aldo del Bò managing director Kaspersky

130° KASPERSKY LAB

Kaspersky Lab è una delle aziende in più rapida crescita nel settore della sicurezza informatica a livello mondiale. Oggi è saldamente posizionata tra i quattro principali fornitori di anti virus al mondo. Kaspersky Lab continua a rafforzare la propria presenza sul mercato attraverso una crescita costante in tutte le regioni del mondo. Nel 2012, ha registrato una crescita del fatturato globale pari al 3% rispetto all’anno precedente, superando i 628 milioni di dollari. Oggi, è la più grande azienda privata del mondo che produce e commercializza soluzioni di sicurezza endpoint. Kaspersky Lab è un gruppo internazionale attivo in oltre 200 paesi e territori di tutto il mondo. La sede centrale si trova a Mosca, da dove vengono controllate le operazioni globali e il business development, mentre la holding è registrata in Gran Bretagna. Kaspersky Lab attualmente impiega oltre 2.800 specialisti altamente qualificati. Ha 30 uffici in 29 paesi e i suoi prodotti e tecnologie proteggono più di 300 milioni di utenti e oltre 250mila aziende in tutto il mondo. L’azienda offre una vasta gamma di prodotti e soluzioni per diverse tipologie di clienti, con un particolare focus sulle large enterprise e piccole e medie imprese. 

Kaspersky LabVia Francesco Benaglia, 13 – 00153 Roma – Tel. 06 58891 begin_of_the_skype_highlighting Fax 06 5814168 – email: info@it.kaspersky.comwww.kaspersky.com/it