Sacchetti ecofriendly e riduzione del consumo di energia: l’Italia è sempre più green

I ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente hanno ratificato una normativa che incentiva l’uso dei scacchetti biodegradabile. Inoltre, il nostro Paese ha intenzione di ridurre il consumo energetico e la dipendenza dall’estero in questo campo 

L’Italia diventa sempre più verde. Dopo le inziative volte a tutelare la biodiversità del nostro territorio, oggi sono stati ratificati i termini per ridurre il consumo energetico nazionale e per sostituire i sacchetti di plastica inquinanti con quelli biodegradabili.

Passera: ridurre consumi, dipendenza dall’estero e spesa

Il ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera ha illustrato oggi i dati relativi al consumo energetico italiano, che per quanto riguarda l’elettricità si è ridotto del 20% nel 2012. Per il primo aprile sono previsti riduzioni del prezzo del gas del 6-7% e sono in cantiere nuove iniziative per rendere l’Italia l’hub sud-europeo di questa fonte d’energia. L’obiettivo finale è quello di diminuire dall’84% al 67% entro il 2020 la dipendenza dall’estero e di ridurre di 14 miliardi di euro l’anno la fattura energetica.

Il sacchetto diventa Bio

Il ministro dell’ambiente Corrado Clini e Corrado Passera hanno firmato il decreto ministeriale che stabilisce con precisione le caratteristiche dei sacchetti di plastica utilizzati per la spesa. L’obiettivo è quello di incentivare l’uso di quelli ecofriendly eliminando le barriere che bloccavano la filiera produttiva, favorendo la chimica verde. Con questa decisione l’Italia si allinea alle normative europee in merito al riciclo della plastica.

Riciclo del Pet

Nel mondo sono numerose le iniziative volte al riciclo del Pet, il materiale plastico utilizzato solitamente per sacchetti e bottiglie di plastica, anche perché i ricercatori hanno messo in luce come entro il 2050 la Terra sarà sommersa da questo materiale. A Torino lo smaltimento da parte degli stessi cittadini è incentivato attraverso il regalo di buoni spesa. In un piccolo paese degli USA e in Mauritania questo materiale è stato addirittura bandito. Anche le aziende hanno trovato nuovi e fantasiosi modi per dare nuova vita alla plastica. Levi’s ha creato una linea di jeans realizzata con Pet riciclato, mentre Muzzi Cycles e New Balance hanno prodotto rispettivamente biciclette e scarpe composte da plastica recuperata.

Leggi anche:  EOS annuncia la Additive Minds Academy