Anche Microsoft cede ai Bitcoin?

Microsoft accetterà i Bitcoin

Microsoft potrebbe permettere negli Stati Uniti di effettuare pagamenti in Bitcoin. La cryptomoneta potrà essere caricata sul proprio account

I Bitcoin sono forse l’oggetto più misterioso dell’ultimo decennio. Alcuni credono che siano un pericolo per l’economia mentre altri li considerano il futuro delle transazioni online, tanto è vero che anche in Italia è stato installato il primo bancomat per la cryptomoneta. Apple e PayPal all’inizio non vedevano di buon occhio la moneta digitale ma alla fine hanno ceduto. Ora anche Microsoft potrebbe fare lo stesso passo ma solo per gli utenti statunitensi.

Microsoft apre ai Bitcoin

Microsoft non ha ancora annunciato ufficialmente la possibilità di acquistare online con i Bitcoin ma ha rilasciato negli Stati Uniti una guida su come comprare contenuti tramite cryptomoneta su Windows, Windows Phone e Xbox. In realtà non si potrà pagare direttamente in moneta digitale ma questa potrà essere utilizzata per rimpinguare il proprio conto legato all’account Microsoft. L’utente potrà caricare fino a 100 dollari in Bitcoin sul proprio portafoglio digitale e successivamente acquistare prodotti e servizi, sempre però nella valuta statunitense. La conversione e le transazioni saranno gestite dalla piattaforma Bitpay, che già organizza la distribuzione di cryptomoneta nei casinò di Las Vegas.

Leggi anche:  BNL Gruppo BNP Paribas, l’IT a geometria variabile