Facebook ha fornito dati anche a Huawei e altri big cinesi

facebook

Facebook avrebbe stretto accordi per la condivisione dei dati degli utenti anche con i produttori cinesi come Huawei e Oppo

In questi giorni è emerso che Facebook ha fornito dati dei suoi utenti ai grandi produttori di dispositivi mobili. L’operazione è iniziata nel 2007 ed è servita al social network per implementare la sua app per smartphone e tablet in un momento in cui non aveva le capacità tecniche per poterlo fare da sola. L’azienda di Menlo Park ha condiviso queste informazioni con colossi come Apple, BlackBerry, Samsung e Amazon ma non solo. Il tutto sarebbe avvenuto senza il consenso informato degli utenti. Il New York Times riferisce che lo stesso tipo di accordo è stato stretto nel 2010 anche con i maggiori produttori cinesi. Per molti potrebbe non essere un problema ma invece lo è per le autorità governative americane, che vedono in aziende come Huawei e ZTE un pericolo per la sicurezza nazionale. Quest’ultima potrebbe essere costretta a pagare 1,7 miliardi di poter rientrare negli USA.

Facebook, che ha deciso di rinunciare alle Reaction personalizzate temporanee, ha stretto lo stesso accordo non solo con Huawei ma anche con Lenovo, TLC e Oppo, che sta preparando il suo debutto ufficiale in Italia. Il social network ha assicurato che gli accordi verranno annullati entro la fine della settimana e soprattutto che tutti i dati condivisi non venivano conservati sui server dei produttori di smartphone ma sui singoli dispositivi.

Leggi anche:  Il prossimo Zoom è WhatsApp