Apple SIM: una scheda molti operatori

Apple SIM

iPad Air 2 e iPad Mini Retina 3 sono i primi device dotati di Apple SIM, una SIM riprogrammabile che permette di cambiare operatore con un click

Venerdì scorso, Apple ha presentato i nuovi tablet iPad Air 2 e iPad Mini Retina 3. I due device, a parte l’introduzione del Touch ID, non sembrano essere molto differenti dai modelli precedenti ma c’è una novità che è passata sotto silenzio che potrebbe rivoluzionare il mercato della telefonia. Sul sito della Mela, che recentemente è stata accusata di tracciare i propri smartphone, si legge che i due nuovi tablet sono dotati di una SIM Card riprogrammabile.

Apple SIM: cambia l’operatore con un click

La scheda ideata da Apple, che da gennaio offrirà alle proprie dipendenti la possibilità di congelare i propri ovuli gratuitamente, si presenta come una nano SIM ma permette di cambiare operatore a discrezione dell’utente con un semplice click. La Apple SIM permetterà di risparmiare sui costi di roaming all’estero, problema molto sentito dagli utenti europei, o di offrire abbonamenti super-flessibili o temporanei. Purtroppo però la novità è attualmente disponibile solo per i clienti statunitensi di AT&T, Sprint e T-Mobile e quelli britannici di EE.

“La Apple Sim dà la flessibilità di scegliere tra una varietà di piani tariffari a breve termine degli operatori in Usa e Regno Unito direttamente dall’iPad. In questo modo ogni volta che se ne ha bisogno si potrà scegliere il piano più adatto, senza impegni a lungo termine, e in viaggio si potrà anche scegliere un piano dato da un operatore locale per la durata del viaggio”.

Dalle voci che circolano, la Apple SIM non sarà compatibile con device di precedenti generazioni compreso iPhone 6, che come ha dimostrato Altroconsumo non si piega così facilmente come molti credevano.

Leggi anche:  Luna Rossa, uomini e computer per competere ad alto livello